CRONACA

Serie C, l'Olbia sfida il Livorno. Arzachena a Lucca per la salvezza

Assalto alla vice capolista. Domani, mentre l'Arzachena proverà ad espugnare il campo della Lucchese nello scontro salvezza della 34esima giornata di Serie C, alla stessa ora (14.30) l'Olbia cercherà di piegare al Nespoli le resistenze di un Livorno in crisi di nervi.

E di risultati. Qui Olbia. "Vengono da due sconfitte di fila, e potrebbero cambiare modulo passando dal 4-3-3 al 3-5-2, ma nonostante le defezioni non cambia la nostra filosofia di gioco: scenderemo in campo, col sostegno del nostro pubblico, per giocarcela a viso aperto", dice l'allenatore dei bianchi Bernardo Mereu, che, nell'occasione, dovrà rinunciare a Daniele Ragatzu per squalifica.

"Non è da me piangermi addosso. Piuttosto", prosegue il tecnico, "credo che sia l'occasione per chi gioca meno di dimostrare il suo valore: ho molta fiducia nella mia squadra, e mi piacerebbe regalare i playoff a Olbia".

Contro i labronici guidati dall'ex Luciano Foschi, torna a disposizione il capitano Pisano. Ancora ai box Pennington più i lungodegenti Ogunseye, Piredda e Leverbe. Qui Arzachena.

Non meno insidioso è l'appuntamento della squadra di Mauro Giorico, di scena nella tana della pari punti (37) Lucchese.

"Abbiamo la possibilità sempre più concreta di coronare un'impresa storica per la società e per la città: tutti ci davano per spacciati e, invece, siamo a un passo dalla conferma tra i professionisti", spiega Giorico.

"All'andata subimmo una sconfitta immeritata: adesso, abbiamo l'opportunità di vendicare sportivamente quel kappaò, e questo ci dà ulteriori motivazioni per la partita del "Porta Elisa", dove conterà solo il risultato".

Al rientro dalla squalifica, il tecnico della matricola smeraldina ritrova Peana e Piroli in difesa. Solo panchina, invece, per capitan Bonacquisti, tornato ad allenarsi col resto della squadra solo in settimana.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine







PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...