CRONACA

Processo sull'Anfiteatro romano, chiesta la condanna dei fratelli Palmas

Un anno di reclusione per tre imputati e prescrizione per il reato contestato agli altri due.

Sono le richieste del pm Daniele Caria al secondo processo nato per le presunte irregolarità sulla gestione dell'Anfiteatro romano di Cagliari.

Chiesta la condanna per l'ex dirigente comunale Gerolamo Solina e per i fratelli Massimo e Michele Palmas, mentre il magistrato titolare dell'accusa ha chiesto che venisse dichiarato prescritto il reato nei confronti di Bruno Soriga e Maria Gabriella Manca.

Il processo riguarda la gestione dell'anfiteatro sino al 2010, mentre per i fatti compresi tra il 2005 e il 2007 si era già stato un altro dibattimento.

L'inchiesta della Procura era scattata a proposito dell'affidamento diretto dell'Anfiteatro per l'allestimento di concerti e spettacoli alla società Sardinia Jazz dei fratelli Palmas, secondo l'accusa assegnata senza un procedimento di evidenza pubblica.

Il 15 febbraio parleranno le difese, poi la sentenza.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...