CRONACA - ITALIA

Abusa della figlia minore per 8 anni, ma il reato è prescritto: niente carcere per l'orco

immagine simbolo
Immagine simbolo

Ha abusato per 8 anni della figlia piccola, "concedendola" anche ai suoi amici, ma non andrà in carcere perché è intervenuta la prescrizione del reato.

La storia di malagiustizia arriva da Conegliano (Treviso): l'uomo era stato condannato in primo grado e in appello, ha anche dovuto risarcire la piccola, ma se l'è cavata grazie alla prescrizione.

Stando a quanto riporta la stampa locale i primi abusi risalirebbero al 1995, quando la bimba aveva appena 8 anni.

L'uomo, che si era appena separato dalla madre di sua figlia, trascorreva i fine settimana con la bambina. E la costringeva a quotidiane umiliazioni: la portava a casa, la minacciava e la stuprava.

Inoltre, la concedeva agli amici del bar che la sottoponevano a ulteriori molestie.

Otto lunghi anni, finché la piccola, nel 2003, ha deciso di denunciare tutto

I giudici di primo grado hanno condannato l'orco a dieci anni di carcere. Colpevolezza che è stata ribadita anche in Appello, ma i giudici hanno dovuto decretare il non luogo a procedere.

Il processo è andato avanti per troppo tempo, il reato è prescritto.

(Redazione Online/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...