CRONACA

Latina, spara ai ladri e uccide: avvocato indagato per omicidio

Francesco Palumbo, l'avvocato 47enne che due giorni fa a Latina ha reagito a un tentativo di rapina nella casa dei genitori sparando diversi colpi di arma da fuoco e uccidendo uno dei ladri, risulta ora indagato a piede libero per omicidio volontario.

Palumbo, ha riferito ieri il suo legale, "sta vivendo malissimo, in una situazione drammatica", ripercorrendo con la mente quanto accaduto nella casa del padre. Perché, dice ancora Leone Zeppieri, la persona che lo assiste legalmente, "c'è il peso di aver reciso una vita umana e poi c'è il timore per una vicenda che è enorme e che spaventa solo al pensiero".

LA RICOSTRUZIONE - Secondo quanto Palumbo ha raccontato agli inquirenti, sarebbe arrivato in casa dei genitori già armato (l'arma era detenuta legalmente), perché allertato dagli anziani che non erano in casa ma avevano ricevuto un messaggio, in cui si diceva che era scattato il sistema di allarme.

E con sé aveva anche 13 munizioni e, visti i primi due ladri, avrebbe intimato loro di fermarsi e poi di allontanarsi.

"Nel momento in cui è stato fronteggiato dai due - spiega ancora il suo avvocato - ha percepito una minaccia concreta per la propria incolumità e ha esploso alcuni colpi di pistola in aria, che poi hanno colpito un terzo ladro che scendeva dalle scale. La sua condizione era di particolare tensione".

Avrebbe aperto il fuoco perché uno dei ladri avrebbe fatto un gesto che lo stesso Palumbo ha interpretato come una minaccia. Come se il malvivente stesse per estrarre una pistola dalla tasca.

Palumbo però ora dovrà rispondere alle prime rilevazioni del medico legale della procura di Latina, Tommaso Cipriani, secondo il quale avrebbe sparato da una distanza di una decina di metri verso l'uomo, colpendolo con due proiettili all'emitorace sinistro e, cosa che aggraverebbe non di poco la sua situazione, lo avrebbe colpito alle spalle.

La vittima è Domenico Bardi, 41 anni, di Napoli. L'autopsia è fissata per mercoledì.

(Redazione Online/m.c.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...