CRONACA

"Caccia vietata a lepri e pernici": le doppiette sarde in rivolta

Il Tar ha accolto il ricorso presentato dall'associazione degli ambientalisti del "Gruppo di Intervento giuridico" e ha annullato le due giornate di caccia a lepri e pernici (fissate per il 24 settembre e il primo ottobre), bocciando quindi il calendario venatorio già fissato.

La decisione ha provocato la rivolta dei cacciatori dell'Isola che fanno un appello alla Regione perché si opponga alla sentenza del tribunale amministrativo. "Noi sardi siamo i più penalizzati d'Italia. Abbiamo il calendario più corto", afferma Bonifacio Cuccu, presidente Unione cacciatori Sardegna. "Per noi la caccia è una tradizione antica e per alcuni è come un lavoro", continua.

Adesso si teme una ribellione dei 40mila cacciatori presenti sull'Isola.

(Redazione Online/P)

IL SERVIZIO DEL TG DI VIDEOLINA:

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}