CRONACA

Gentiloni: "Il mio governo? Vorrei fosse rassicurante. Avanti fino al termine della legislatura"

Vuole andare avanti Paolo Gentiloni, non si rassegna all'idea di un governo a tempo, nonostante le primarie lampo indette dal Pd lascino pensare all'ipotesi di elezioni anticipate.

"La scadenza del governo è a fine legislatura", ha detto il presidente del Consiglio nel corso di un'intervista in tv.

"Se dovessi immaginare un aggettivo per il governo che ho l'onore di presiedere vorrei che fosse rassicurante, credo che in questo momento ce ne sia bisogno", ha continuato.

Il premier ha poi preso le difese del governo Renzi e del Jobs Act: "Penso che abbiamo fatto cose molto importanti sul piano delle regole del mercato del lavoro, e questo ci ha consentito di fare 600-700mila posti di lavoro in due o tre anni", ha detto, per poi lanciare una stoccata a Silvio Berlusconi. "Qualche anno fa si facevano campagne su un milione di posti di lavoro, noi ne abbiamo creati 600-700mila senza tanto clamore".

Il prossimo obiettivo? "Un ulteriore abbassamento delle tasse sul lavoro, dobbiamo rendere gli investimenti più vantaggiosi".

Immancabili le domande sul caso Consip, che sta investendo il governo e il Pd: "Si faccia chiarezza subito, perché la Consip serve al Paese per ridurre la spesa, concentrando gli appalti: ci ha consentito di risparmiare molti soldi", ha detto il presidente del Consiglio, per poi difendere il ministro dello Sport Luca Lotti, indagato.

"La mia fiducia nei suoi confronti rimane immutata. Non possiamo arrenderci all'idea che un avviso di garanzia rompa la regola della presunzione d'innocenza, che deve valere anche per un ministro".

GENTILONI: "ITALIA DI NUOVO IN MOTO MA CRISI HA LASCIATO CICATRICI" - VIDEO:

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}