CRONACA

L'evasione fiscale per la cessione dei terreni della Costa Smeralda: Barrack consegna quasi 23 milioni di euro

Questa mattina, come prevedevano gli accordi siglati a fine anno, le società controllate dalla Colony Capital del miliardario Tom Barrack, hanno versato all’Agenzia delle Entrate, 22,7 milioni di euro.

Si tratta di quanto richiesto alle holding costituite in Lussemburgo per sanare, dal punto di visto amministrativo, la presunta evasione nella vendita della Costa Smeralda.

Il pagamento è avvenuto in unica soluzione.

Dal punto di vista fiscale, la vicenda è chiusa.

Tutto è nato dall’inchiesta condotta dal procuratore della Republica di Tempio, Domenico Fiordalisi, che ha messo sotto inchiesta quasi venti persone (manager, consulenti e legali di Tom Barrack) per il mancato pagamento delle tasse in Italia, circa 230 milioni di euro, a seguito della cessione di alberghi e terreni di Porto Cervo.

I fatti risalgono alla primavera del 2012, quando le società di Barrack (secondo i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Sassari) effettuarono all’estero la vendita dei prestigiosi hotel alle holding del Qatar, per evitare il pagamento delle imposte.

La Direzione dell’Agenza delle entrate della Sardegna ha ringraziato il procuratore Fiordalisi e i militari delle Fiamme Gialle, coordinati dal colonnello Marco Sebastiani, per l’attività svolta. Resta in piedi il procedimento penale aperto a Tempio, che vede tra gli indagati lo stesso Tom Barrack.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}