CRONACA

"Patente e libretto. E cosa fa stasera?". Agente marpione finisce nei guai

Fermava le automobili al posto di blocco, ma non prima di aver scelto con cura le conducenti.

È l'accusa rivolta a un poliziotto in New Jersey che, a quanto pare, non aveva l'obiettivo di verificare assicurazioni in regola e limiti di velocità.

L'uomo, 37 anni, importunava le donne fermate chiedendo loro numeri di cellulare e appuntamenti.

Prima però spegneva il microfono che hanno in dotazione tutti gli agenti di polizia. Nei verbali falsificava il genere degli automobilisti fermati, perché nessuno si accorgesse che in pratica erano tutte donne.

La denuncia è partita da una decina di persone, di età compresa tra i 20 e i 35 anni.

L'agente, per ora sospeso dal lavoro, è accusato di molestie e manomissione di atti pubblici.

Rischia dai tre ai cinque anni di carcere, oltre a una multa di 25mila dollari.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...