CRONACA

Commissione sull'uranio impoverito in Sardegna: visita sospesa tra le polemiche

l ingresso a un poligono
L'ingresso a un poligono

Poligoni vietati ai giornalisti e polemiche durante la visita della commissione d'inchiesta sull'uranio impoverito.

Questa mattina non sono mancate le proteste per la sospensione della visita della commissione alle gallerie di Santo Stefano "per motivi di sicurezza". I parlamentari sono stati bloccati all'ingresso.

Dopo qualche ora è arrivata l'autorizzazione ministeriale, ma con il divieto di usare macchine fotografiche e videocamere.

Per protesta la commissione ha deciso di fare le audizioni nei locali del Municipio e non all'Arsenale.

<Il Ministro impone il segreto di Stato, l'ammiraglio delegato comunica: nelle gallerie potete fare solo due passii>, ha scritto il parlamentare Mauro Pili nella sua pagina Facebook.

Il Ministero della Difesa ha negato il "pass" anche ai cronisti che avevano chiesto di poter seguire i lavori dei deputati a La Maddalena (oggi), Quirra (domani), Capo Frasca (mercoledì) e Capo Teulada (giovedì).

«Motivi di sicurezza, ricominciano le esercitazioni militari», è la spiegazione ufficiale arrivata dal Ministero.

Lo sconcerto di Gian Piero Scanu, il senatore olbiese del Pd che presiede la commissione parlamentare, è eloquente: «Sono dispiaciuto, la decisione è biasimevole, non la condivido ma ovviamente la rispetto».

La questione promette di non finire qui. «Chiederò conto in Parlamento dell'atteggiamento della Difesa nei confronti della stampa e spero che questo fatto non incida nel clima che respireremo nel corso dei lavori».

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...