CRONACA

Detti cagliaritani, ecco come nasce il termine "Togo": almeno secondo Facebook

il presunto ammiraglio togo
Il presunto ammiraglio Togo

In cagliaritano la parola "togo" sta a indicare una persona particolarmente elegante o una situazione particolarmente favorevole, ma cosa significa realmente il termine "togo?".

A chiarire il dubbio (se mai qualcuno se lo è veramente posto) ci ha pensato l'onnipresente facebook; negli ultimi giorni sono stati moltissimi coloro che hanno condiviso un post (datato 22 settembre 2014) dal signor Pietro Niedda che racconta la sua verità (storica ?) sulla parola "togo".

Eccola:

MI', CHE TOGO!!! Attorno al 1920, al porto di Cagliari giunse in visita una squadra navale della Marina Imperiale Giapponese. La squadra navale era al comando dell’ammiraglioHeihachiro Togo, comandante di tutta la Marina imperiale giapponese. La visita durò parecchi giorni e pare che tutte le sere l’ammiraglio Togo usasse scendere a terra per visitare la città accompagnato da tutti i suoi ufficiali inpompa magna. L’eleganza della sua alta uniforme e il suo portamento ( era figlio di un samurai ) colpì profondamente i cagliaritani che da allora per sottolineare in positivo qualunque cosa, o per complimentarsi per l’eleganza e lo stile di qualcuno usano dire: “Già sei togo!” e “Che togo!” Può anche far sorridere ma è tutto vero.

Difficile dire quale fondamento storico abbia la notizia, certo è che vera o no sembra che i cagliaritani ci vogliano credere.

Il giornalista de L'Unione Sarda, Marcello Cocco, ha smontato la teoria. Ecco il suo post

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}