CRONACA

Referendum, Mattarella: "Basta discorsi surreali come la caccia ai Pokemon"

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a tutto campo, in occasione della cerimonia del Ventaglio (ovvero il saluto estivo dell'Associazione Stampa Parlamentare alle maggiori cariche dello Stato), tenutasi stamane al Quirinale.

TERRORISMO - Il Capo dello Stato ha toccato il tema del momento, ovvero il terrorismo, che ha definito "un fenomeno sempre più evidente, frequente ed efferato" e soprattutto "la minaccia più grave per l'intera comunità internazionale".

"Non si può condannare la paura, è un sentimento che va rispettato", ha aggiunto Mattarella, ma "dobbiamo impedire che la paura ci vinca, non possiamo consentire che il nostro Paese e l'Europa entrino nell'età dell'ansia".

POLITICA - Guardando in casa e alle tensioni che attraversano i rapporti tra i partiti, il presidente ha definito "inaccettabile insultare ripetutamente un avversario politico, farne oggetto di una campagna di denigrazione e di livore", spiegando che "occorre, ovunque, un sovrappiù di politica. Una politica capace di pensare e progettare al di fuori di calcoli contingenti e di umori superficiali, di esaminare con serietà fenomeni complessi e governati con chiarezza".

REFERENDUM - Infine, il referendum sulla riforma costituzionale del prossimo autunno e la discussione dell'eventuale "spacchettamento" della consultazione.

"Stiamo assistendo a discussioni surreali, quasi sulla scia della caccia ai Pokemon", ha detto il numero uno del Colle, spiegando che "la data del referendum non è stabilita per il semplice fatto che non è ancora possibile farlo".

IL M5S ALL'ATTACCO - Frase che ha fatto storcere il naso agli esponenti del Movimento 5 Stelle: "Mattarella parla di caccia ai Pokemon per chi cerca di capire la data del referendum. Ho il massimo rispetto per la carica che ricopre, ma non posso evitare di dire che il Presidente ha perso un'occasione per tacere", ha scritto su Facebook il deputato grillino Danilo Toninelli. Aggiungendo: "Le forze civili e politiche che hanno bisogno di certezze per poter organizzare la propria campagna referendaria. Non accetteremo che Renzi tenga nascosta la data fino all'ultimo momento. Non lo faccia neppure lei che è il garante della Costituzione".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...