CRONACA

"Emendamento salva low cost", il ministro dei Trasporti conferma: "Entro l'estate ridotte le tasse aeroportuali"

un boeing di ryanair
Un Boeing di Ryanair

"Il taglio delle tasse aeroportuali sarà inserito come emendamento alla legge di conversione del decreto sugli Enti locali entro l'estate". Dopo mesi di conferme e smentite, il ministero dei Trasporti Graziano Delrio, oggi a Olbia per l'inaugurazione dei primi quattro lotti della Sassari-Olbia, garantisce che il provvedimento da molti definito "salva Ryanair" è in dirittura d'arrivo.

E aggiunge: "Le compagnie low cost mi hanno scritto una lettera e mi hanno garantito che se taglieremo le tasse aeroportuali potenzieranno i collegamenti anche da e per la Sardegna"

In attesa che dalle parole si passi ai fatti, alla Regione esultano molti, sia tra gli alleati he nell'opposizione, restano scettici. "Siamo soddisfatti per le dichiarazioni del ministro Delrio sulla riduzione delle tasse aeroportuali entro l’estate", ha commentato l’assessore ai Trasporti Massimo Deiana. "Ci aspettavamo questa decisione", aggiunge Deiana, "perché abbiamo sempre potuto contare sulla costante attenzione del titolare delle Infrastrutture verso i problemi della Sardegna, come dimostrato anche dall’eccezionale impegno che sta dedicando in queste ore alla questione Meridiana".

Scettico il sindaco di Alghero Mario Bruno, esponente del Pd come Delrio e come Deiana: "Non ci accontentiamo più di parole. Ogni giorno che passa è un danno incalcolabile. Per questo chiedo la determinazione del ministro Delrio, e assoluta velocità nel presentare l'emendamento al decreto sugli Enti Locali che prevede la riduzione di 2,50 euro sulle tasse d'imbarco. Apprezzo la ferma volontà del Ministro", aggiunge Bruno, "ma non basta. Vogliamo la stessa attenzione dai parlamentari sardi e dall'intero Governo, affinché possa essere approvato il più rapidamente possibile il testo di legge".

Duro l'attacco dell'ex presidente della Regione e coordinatore regionale di Forza Italia Ugo Cappellacci: “Le rassicurazioni del Governo non bastano, servono i fatti. La riesumazione e l’aumento del balzello sui biglietti aerei – prosegue l’esponente azzurro- è solo un parte della questione: l’aspetto più grave è l’inerzia della Giunta regionale su sostegno alle compagnie low cost. Poiché il pretesto del ce lo chiede l’Europa è stato già ampiamente smentito e comunque non avrebbe mai potuto impedire all’esecutivo di sperimentare vie alternative, a metà legislatura il tempo degli alibi è finito".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...