CRONACA

Tasse aeroportuali, il Governo dice no
alla cancellazione: Ryanair verso l'addio

Il Governo si rimangia l'impegno preso un mese fa davanti ai vertici della Regione e di Ryanair e annuncia che non cancellerà l'aumento delle tasse aeroportuali, quei balzelli che avevano indotto la compagnia low cost irlandese (almeno così dissero) a ridimensionare l'impegno in Sardegna e in altri aeroporti italiani gettando nello sconforto migliaia di operatori economici.

Rispondendo a una interpellanza del deputato di Unidos Mauro Pili, il Governo, rappresentato dal viceministro alla Salute, oggi ha dichiarato che "per il 2016 non ci sarà nessuna riduzione delle tasse aeree e che si valuterà eventualmente per il 2017 ma solo se il gettito sarà superiore alle previsioni".

Significa, per la Sardegna, l'addio certo alla base operativa di Alghero visto che dopo l'incontro romano, alla quale parteciparono il numero uno della compagnia Michael O'Leary e David O'Brien, plenipotenziario italiano, condizionarono la permanenza in Sardegna al mantenimento delle promesse da parte del Governo.

Michael 'O Leary, ad di Ryanair
Michael 'O Leary, ad di Ryanair

La risposta di palazzo Chigi ha suscitato l'ira di Pili ma anche quella di Francesco Pigliaru, solitamente non proprio severo nei confronti del Governo Renzi.

"È finito il bluff dei vertici romani sul futuro dei low cost in Sardegna", ha tuonato il deputato di Unidos. "Si tratta di un vero e proprio disastro, con mesi di prese in giro, e adesso con la conferma che l'ultimatum di Ryanair non ha avuto nessun riscontro: uno scenario nefasto costruito a tavolino da Governo e Regione per favorire in ogni modo il monopolio di Alitalia dedito solo alla speculazione estiva".

Mauro PIli
Mauro PIli

Il presidente della Regione usa parole altrettanto pesanti: "La Regione ha chiesto e continua a esigere che l'aumento delle tasse aeroportuali debba essere cancellato, soprattutto per una regione insulare come la nostra", ha detto Pigliaru. "Il Governo oggi indica il mese di settembre come momento in cui prenderà una decisione. Crediamo che sia essenziale invece fare molto più in fretta. Il ministro Del Rio mi ha confermato che è personalmente impegnato ad anticipare i tempi della decisione".

L'assessore ai trasporti Deiana e il presidente Pigliaru assieme ai sindaci di Alghero e Sassari
L'assessore ai trasporti Deiana e il presidente Pigliaru assieme ai sindaci di Alghero e Sassari

Pili va all'attacco: "Tutto ciò conferma la scarsissima, se non nulla autorevolezza della regione che viene trattata come una comparsa. Un Governo che sta mettendo in pratica un disegno chiaro a tutti: tagliare le compagnie low cost a tutti i livelli per favorire la compagnia italoaraba affidandole intanto il monopolio della Sardegna. Un'operazione coloniale della peggior specie che trova la complicita' di Pigliaru e compagni, ormai zerbini di questo sistema".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...