CRONACA

Iglesias, vecchi abiti trasformati in borse dai migranti ospiti di Casa Emmaus

Erano vestiti e accessori ormai datati. Sono diventati borse, bracciali, collane, segnalibri. A dare nuova vita a indumenti e oggetti destinati a finire tra i rifiuti sono stati i giovani migranti ospiti di "Casa Emmaus", associazione nata 28 anni fa per occuparsi delle dipendenze e che, da circa un anno, ha ampliato il suo impegno con l'accoglienza delle persone - una ventina - arrivate in Italia dopo essere scappate dalle loro terre e ora coinvolte in una serie di attività finalizzate anche ad integrarle con il territorio, seppure per una permanenza limitata. Un esempio di accoglienza senza pregiudizio che Casa Emmaus ha sentito quasi come un dovere. Accoglienza ben diversa da quella che pensata dal governo, orientato a utilizzare le carceri chiuse tra cui la struttura penitenziaria di Iglesias. Cinzia Simbula

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...