CRONACA

La neuropsicanalisi per curare l'Alzheimer: camici bianchi a processo

le aule del gup nel tribunale di sassari
Le aule del gup nel tribunale di Sassari

Il giudice del caso "Aion" sarà Elisa Marras (Gup del Tribunale di Sassari) e le prime richieste (eventuali riti alternativi, costituzione delle parti civili) sono previste per il 13 aprile.

È iniziato così il processo che scaturisce dalla maxi inchiesta dei carabinieri sulla “neuropsicoanalisi”. Il pm Gianni Caria contesta l’associazione a delinquere al neurologo ittirese Giuseppe Dore e ad altre 24 persone, tutte coinvolte nelle vicende della Onlus Aion (Associazione italiana operativo neuropsichiatrica).

Secondo la Procura di Sassari, Dore sarebbe il promotore di una pseudo terapia (la neuropsicoanalisi) proposta per la cura dell’Alzheimer.

In realtà, sempre secondo il pm, l’operazione serviva solo "a trarre profitti derivanti dalle somme ricevute per le pseudo prestazioni professionali e dalle donazioni fatte dai familiari dei malati".

Oggi è stata annunciata la costituzione di numerose parti civili.

Sotto accusa ci sono anche alcuni colleghi di Dore, Marinella D’Onofrio, Massimo Lai e Mario Piredda, quest’ultimo medico fisiatra.

Il vice presidente del Consiglio regionale, Antonello Peru (Forza Italia), viene chiamato in causa nella vicenda della Aion.

La contestazione è quella di abuso d’ufficio per avere preso contatti, sostiene il pm Caria, con l’ex direttore della Asl di Sassari, Marcello Giannico, perché venisse assegnata alla Onlus Aion un’ala dell’ospedale di Ittiri.


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...