CRONACA

"Academy razzista": le star di colore boicottano la Notte degli Oscar

will smith e la moglie jada pinkett
Will Smith e la moglie Jada Pinkett

#OscarSoWhite. Gli Oscar sono troppo bianchi. Impazza sui social l'hashtag lanciato dal regista Spike Lee per denunciare presunte discriminazioni razziali nei confronti degli attori di colore da parte dell'Academy Awards che decide le nomination agli Oscar.

Una presa di posizione - motivata dall'assoluta predominanza di artisti bianchi tra i candidati alla statuetta - che sta facendo significativi proseliti tra le star di Hollywood.

Oltre al regista hanno infatti annunciato l'intenzione di boicottare la cerimonia di premiazione del 28 febbraio due pezzi da novanta come Jada Pinkett e suo marito Will Smith.

E resterà a casa anche un altro celebre director: Michael Moore. Ma è probabile che il fronte anti-Oscar si allarghi nei prossimi giorni.

Non solo: Chris Rock, che presenterà la serata di premiazione, ha voluto dire la sua su Twitter definendo gli Oscar "The White Bet Awards", ironico riferimento ai Black Entertainment Television, premi che ogni anno vengono assegnati ad artisti di colore.

Dal canto proprio, di fronte al serpeggiante malcontento e alle accuse della comunità artistica afro-americana, la presidente dell'Academy, Cheryl Boone Isacs, in una nota si è detta ''affranta'' per la vicenda.

"Pur riconoscendo e celebrando il meraviglioso lavoro fatto dai candidati di quest'anno - ha detto - ho il cuore spezzato e frustrato per la mancanza di inclusione".

La stessa Isacs ha dunque annunciato che è il momento di fare "grossi cambiamenti".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...