CRONACA

Biogas, sequestrati impianti a Guspini
e Decimoputzu: i nomi dei nove indagati

Blitz nei due impianti per la produzione di biogas di Decimputzu e Guspini.

Le due strutture sono state sigillate nell'ambito dell'operazione Terra Nostra coordinata dalla Dda di Cagliari.

Guardia di finanza e forestale hanno eseguito un ordine di sequestro emesso dal gip Giovanni Massidda.

Nel registro degli indagati sono state iscritte sette persone che fanno parte delle società Agrifera e Bioenergy.

Sono il presidente del consiglio d'amministrazione della Bio Energy Guspini Maurizio Frau di 45 anni e il vicepresidente Roberto Frau di 49 anni, entrambi di San Nicolò Arcidano, il socio della società Gian Luca Frau di di 37 anni di Guspini.

Inoltre il siciliano Sebastiano Falesi, il milanese Cesare Fera, la torinese Rosanna Ferrara residente a Elmas e il torinese Giancarlo Nocera.

Da notificare altri due provvedimenti.

Sono accusate di truffa aggravata, raccolto, trasporto e smaltimento illecito di rifiuti e disastro ambientale.

"Gli accertamenti - si legge in un comunicato stampa - sono scaturiti a seguito degli esposti di cittadini associati, preoccupati dalla installazione in zona agricola di due impianti per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, biogas di origine agricola, e realizzate in agro comunale di Decimputzu e Guspini da parte della società Agrifera con sede legale a Milano".

Il gip ha disposto il sequesto di beni per il valore di otto milioni di euro.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...