CRONACA

Autunno, siccità da incubo: piogge troppo scarse, è allarme nelle campagne

la diga del liscia
La diga del Liscia

In Sardegna è sempre più allarme siccità. Nelle ultime settimane la situazione si è aggravata ulteriormente, viste le condizioni meteo contrassegnate da piogge ai minimi termini. Nei bacini del nord dell'Isola è già emergenza, ma ormai è sofferenza in tutte le campagne.

Piogge zero o ai minimi termini nei prossimi sette giorni, andando avanti, il massimo sarà intorno ai 7 millimetri su Olbia, pochissimo o niente sul resto della regione. Insomma, tenendo conto anche delle temperature alte, che fanno subito evaporare ogni goccia, siamo di fronte a un vero disastro, che ha già fatto scattare le prime misure eccezionali: vigilanza massima quotidiana e avvertimenti per i diversi settori di consumo - civile potabile, irriguo e industriale - sulle regole d'utilizzo.

In un mese le scorte idriche della Sardegna sono diminuite di 25 milioni di metri cubi, e senza precipitazioni (le previsioni danno ancora siccità sicura almeno fino al 20 dicembre) le perdite si aggraveranno e la grande sete sarà diffusa.

Le bombe d'acqua come quella di domenica scorsa in Ogliastra non contano, nel senso che si tratta di episodi troppo limitati nel tempo e localizzati sulle coste per riportare un po' di ossigeno agli invasi. Ora l'allarme rosso riguarda due bacini - Sos Canales e Liscia - ma il resto dell'Isola è già in pre-allerta.

I servizi di Sara Pinna e Cristina Cossu ALLE PAGINE 4, 5 su L'Unione Sarda

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...