CRONACA

Santa Teresa Gallura: parte
il progetto "Teatro integrato"

teatro a santa teresa gallura
Teatro a Santa Teresa Gallura

Mettersi in gioco sul palco, mettere in discussione se stessi: un principio che sta alla base del progetto “Teatro integrato” proposto da Officine peregrine che sarà presentato oggi, alle 16.30, al centro polivalente La Funtana a Santa Teresa Gallura.

Nei locali messi a disposizione gratuitamente dall’assessorato ai Servizi sociali del Comune, coordinato da Tiziana Cirotto, la compagnia di artisti vuole coinvolgere i teresini in un percorso che parla di integrazione, di arte e libertà espressiva.

«Teatro integrato significa mettere insieme un gruppo di persone con diverse abilità. Santa Teresa Gallura può diventare una realtà creativa e teatrale e riconoscersi in un luogo dove è davvero possibile praticare l' inclusione sociale. – spiega Jada Deroma, una delle responsabili dell’iniziativa -

Per far nascere questo progetto sperimentale l'associazione ha lavorato fin dallo scorso giugno. Abbiamo portato in paese il festival Teatri Peregrini con ospite una delle compagnie di teatro integrato più famose e proficue di Italia: il Teatro Buffo, che ha la regia di Davide Marzatinocci.

Oggi siamo pronti per il passo successivo».

L’arte è soprattutto relazione tra gli essere umani, precisano ancora i membri dell’associazione. Disabili o normodotati poco importa: sul palco l’energia che si sprigiona è terapeutica per entrambi. Il laboratorio artistico dura sei mesi, i primi due saranno gratuiti e serviranno a consolidare il lavoro del gruppo in vista del gran finale. In primavera, infatti, è previsto l’esordio con l’interpretazione libera di “Aspettando Godot” di Samuel Beckett.

Per informazioni 333.2880409. Isabella Chiodino

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...