CRONACA

Cosimo Lai da ciclista a scrittore
La sua vita in un libro

cosimo lai
Cosimo Lai

E' stato campione regionale su strada e in pista tra gli anni Cinquanta e Sessanta.

Ha fatto il pastore e il tassista.

Ora è poeta ampidanese e scrittore in limba.

Cosimo Lai, sinnaese, ha recentemente presentato il suo libro curato da Amos Cardia, dal titolo "Cosimu Lai, pastore, ciclista, poeta improvvisatore".

La sua prima grande passione è stata la bicicletta.

Erano i tempi di Cherchi,Fontana, Mallica, Garau,Murgia, Aru, Ulleri, Marini, Desogus, Manca tra i dilettanti sardi, di Gastone Nencini, Ercole Baldini, Chiarly Gaul, Aldo Moser tra i professionisti.

Nella gambe, Cosimo Lai aveva una forza incredibile:

Percorse la Sassari Cagliari sempre in testa, a Ozieri vinse il titolo

regionale dopo essere arrivato in bici da Sinnai.

Si presentò puntuale al via della corsa senza un solo compagno di squadra. Era il tre luglio del 1961.

" Per cena-ricorda Lai-mangiai mezzo tavolo di cozze, dormì in una

macchina. Partii senza alcuna assistenza. Stravinsi la gara, arrivando primo

al traguardo di Ozieri.

Anni prima, avevo vinto i campionati sardi in pista sui 200 e 500 metri lanciati e sui 20 chilometr".

Smesso di fare il corridore, Lai si è interessato soprattutto del suo gregge

tra Sinnai e Settimo, trovando anche il tempo per fare il tassista.

Poi col passare degli anni, la passione per il canto improvvisato, le sue tournee

anche nella penisola. Ora ha scritto il suo libro in limba curato da Amos Cardia

Una vita in 136 pagine.

Antonio Serreli

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...