CRONACA

Non solo il finto squalo a Calasetta
Tutti gli scherzi di Luca, il goliarda

La settimana scorsa vestito da sub ha finto di pescare in una fontana della sua città, Carbonia. Un'altra volta si è travestito da barbone, altre volte ha finto di essere un bullo. "Lo faccio come hobby, certamente in spiaggia non volevo innescare il panico".

A Luca Ardu piace scherzare. Anzi non ne può fare a meno. Il 21enne ideatore dello scherzo del finto squalo sulla spiaggia Le saline di Calasetta che ha innescato il fuggi fuggi generale dei bagnanti protagonisti però questa volta è pentito. E non solo perché assieme ai suoi due amici-complici è stato denunciato.

"Non volevo rovinare la giornata a nessuno", raccont Ardu, ex emigrato in Germania (ha fatto il cameriere per anni) rientrato nell'Isola per seguire e coltivare la sua passione per i video. "Voleva essere solo uno scherzo, qualcuno ha capito, ma gli altri si sono spaventati", ha detto dopo essersi scusato con chi è stato preso dal panico. "Mi spiace molto di quanto è accaduto", sono le parole di

Il giovane pubblica su SgheppeVegas alcune sue goliardiche imprese. "Sono sempre io l'attore principale", racconta. Ieri gli amici hanno azionato una sirena e con un megafono hanno detto ai bagnanti di uscire dall'acqua perchè c'era uno squalo.

"Io indossavo la maglia del salvataggio e sono entrato in acqua con la katana per fingere di ucciderlo", racconta.

Le scuse non hanno impedito che venisse denunciato per procurato allarme.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...