CRONACA

Processo "Escort" a Bari, Berlusconi in aula: "Non rispondo"

silvio berlusconi
Silvio Berlusconi

E' arrivato in tribunale a Bari per deporre come testimone al processo "Escort", ma poco dopo ne è uscito.

"Preferirei avvalermi della facoltà di non rispondere", ha detto Silvio Berlusconi dopo aver fornito le proprie generalità.

L'udienza, dopo la rinuncia della Procura alle due testimoni Barbara Guerra e Maristel Polanko, è stata aggiornata al prossimo 24 luglio.

Secondo le accuse, l'ex premier, in concorso con Valter Lavitola, ex direttore de L'Avanti, avrebbe indotto Gianpaolo Tarantini a rendere false dichiarazioni ai pm che indagavano sulle escort.

Gli imputati - oltre a Tarantini, suo fratello Claudio, Sabina Beganovic, le attrici Letizia Filippi e Francesca Lana, e gli amici e soci in affari di Tarantini, Pierluigi Faraone e Massimiliano Verdoscia - devono rispondere di associazione a delinquere per sfruttamento, favoreggiamento e induzione alla prostituzione.

La vicenda si riferisce alle ragazze, alcune delle quali escort, che tra il 2008 e il 2009 sono state portate nelle residenze di Berlusconi.

E quando il Cav era ormai uscito dal Palazzo di giustizia, è arrivata Patrizia D'Addario: "Sono arrivata tardi apposta - ha detto ai giornalisti - perché non volevo incontrarlo".

"La mia vita - ha aggiunto la donna - è stata rovinata e questo messaggio glielo invierò in una lettera".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...