CRONACA

Bombe sarde per la guerra in Yemen
Gli ordigni costruiti a Domusnovas

L’ultimo raid ha fatto 176 morti. Senza troppa distinzione tra militari e civili, le bombe intelligenti stanno devastando lo Yemen: ordigni da 870 chili di peso, circa 250 di esplosivo. Armi letali, made in Sardinia. Domusnovas, per la precisione, dove dal 2010 ha sede lo stabilimento della Rwm Italia munitions Srl, costola della Rheinmetall Defence, colosso tedesco degli armamenti.

Le bombe, secondo un’inchiesta del sito Reported.ly (tradotta in italiano da ilPost.it) sono arrivate via Genova in Arabia Saudita proprio dalla fabbrica sarda. Da settimane vengono usate dall’esercito degli Emirati Arabi Uniti per radere al suolo San’a, capitale dello Yemen.

Stando alle autorizzazioni rilasciate dalla Provincia di Carbonia-Iglesias e dalla Regione, la “Rwm munitions Italia srl” è subentrata nel 2010 alla “Società esplosivi industriali spa”, che dal 2001, dopo aver prodotto per anni esplosivi da cava e per altri usi civili, era stata convertita a fabbrica per ordigni militari.

La Rwm ha dal 2013 l’autorizzazione per esportare bombe Blu-109, che contengono uranio impoverito. Un esplosivo «insensibile» alle temperature e alle detonazioni accidentali. Proprio quello in cui sono specializzati nella fabbrica di Domusnovas. Impossibile sapere se nello stabilimento vengano prodotti i componenti per questo tipo di bombe. Il direttore dello stabilimento non riceve nessuno, e all’ingresso una guardia giurata invita a rivolgersi alla sede centrale di Ghedi, vicino a Brescia. Dove rimandano a un ufficio stampa tedesco.

Ecco la telefonata.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...