CRONACA

Omicidio a Fonni per un garage conteso
L'assassino confessa: "Sono stato io"

la scena del delitto nei riquadri a sinistra l assassino stefano maloccu a destra la vittima mario tronci
La scena del delitto, nei riquadri: a sinistra l'assassino Stefano Maloccu, a destra la vittima Mario Tronci

Omicidio ieri sera a Fonni.

Dopo l'ennesimo diverbio sulla proprietà di un garage, un ex armiere, Stefano Maloccu, 73 anni, ha sparato e ucciso a revolverate Mario Tronci, 64 anni, imprenditore residente a Sassari, dove gestiva il Caffè Roma, e tornato al suo paese d'origine per la ricorrenza.

Il delitto è avvenuto alle 19,45, quando il vescovo di Nuoro, monsignor Mosè Marcia, aveva appena finito di celebrare la messa della vigilia della festa di San Giovanni.

Alla base del delitto anni di liti e incomprensioni per una vicenda - quella appunto di un garage conteso - approdata recentemente in Tribunale con il giudice che aveva dato ragione alla famiglia della vittima.

Così Tronci è passato davanti all'abitazione di Maloccu in vico Parrocchia e quando il pensionato è sceso in strada gli ha scaricato quattro colpi di pistola da pochi metri.

Almeno tre proiettili lo hanno raggiunto alla testa uccidendolo sul colpo.

A fermare Maloccu è stato un agente della Polizia stradale libero dal servizio che si trovava a poca distanza dal luogo dell'agguato, ha sentito i colpi di arma da fuoco ed è intervenuto nel giro di pochi secondi.

L'assassino, con un passato da fotografo, per diversi anni titolare di un'armeria in paese, è stato poi interrogato dal dirigente della Squadra mobile di Nuoro Fabrizio Mustaro, confessando il delitto e consegnando l'arma, una Walter ppk 765.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}