#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Trasporti e assistenza ai disabili, a Elmas la 'maglia nera'"

L'esperienza di un lettore, ottimamente assistito a Roma e Pisa, sia in treno sia in aereo, ma abbandonato a se stesso a Cagliari
l aeroporto di cagliari elmas (archivio l unione sarda)
L'aeroporto di Cagliari Elmas (archivio L'Unione Sarda)

"Gentile redazione,

scrivo per condividere una lamentela mirata a migliorare un servizio molto importante che riguarda l'assistenza per persone con difficoltà motorie.

In questi giorni, mi trovavo a Roma insieme alla mia famiglia. Alcuni giorni fa, mia suocera non vedendo un gradino è caduta rovinosamente battendo un ginocchio per terra. A seguito della caduta non riusciva più a camminare e trovandoci a Roma, e dovendo rientrare in Sardegna oggi con l'aereo da Pisa, lascio immaginare il disagio.

Armato di coraggio ho cercato i servizi di assistenza per disabili, sia alla stazione Termini e a Pisa Centrale per quanto riguarda il treno, sia all'aeroporto di Pisa e quello di Cagliari per l'assistenza in aereo e aeroporto. Dopo diversi passaggi, sono riuscito a prenotare il servizio per ogni step del viaggio.

Morale della favola, Roma Termini servizio puntuale e preciso, Pisa Centrale gentili e disponibili, navetta per l'aeroporto "PisaMover" efficiente e cordiale, Pisa aeroporto impeccabili e premurosi dall'arrivo all'aeroporto sino a dentro il vettore.

Arrivati a Cagliari, come effettivamente sospettavo, la delusione.

In aereo devo dire abbastanza cordiali, sono arrivati con la carrozzina ed il montacarichi per permettere a mia suocera di scendere a terra, una volta a terra con la carrozzina spinta da un ragazzo peraltro gentile, è stata accompagnata nella sala del ritiro bagagli per poi improvvisamente essere scaricata in mezzo alla sala con la scusa che il personale e la sedia a rotelle servivano per un'altra assistenza.

In sostanza mia suocera si è dovuta trascinare nel vero senso della parola e con non poca fatica sino al bagno prima, e sino al piano delle partenze per prendere la navetta che l'avrebbe condotta al parcheggio delle auto poi.

Ora io mi chiedo, ma se uno richiede l'assistenza, lo fa per estrema necessità, non sicuramente per puro divertimento! La necessità dura ovviamente dalla discesa dall'aereo sino all'uscita dell'aeroporto. Che senso ha allora garantire tale servizio solo sino a metà aeroporto per poi essere abbandonati a se stessi in mezzo alla sala ritiro bagagli?

È possibile che, sia con Trenitalia in varie stazioni, sia all'aeroporto di Pisa, il servizio è stato impeccabile, e proprio a casa nostra, in Sardegna, come spesso accade anche per altri servizi, gli stessi risultino carenti o poco professionali?

Questo sfogo, ovviamente, ha lo scopo di portare all'attenzione un problema al fine di migliorare un servizio molto importante per chi lo necessita, purtroppo. E anche ad evitare che si possano classificare i servizi del nostro aeroporto come i classici servizi scadenti offerti alla bene meglio in una regione talvolta ingiustamente – e sottolineo, purtroppo, talvolta - giudicata di serie B.

Un cordiale saluto".

Davide Saputo - Cagliari

***

Potete inviare le vostre lettere e segnalazioni a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...