#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Il grave stato di incertezza della scuola di via Portogallo a Quartu"

Un gruppo di genitori spiega la situazione dell'istituto, che presenta diversi locali inagibili per le infiltrazioni d'acqua
banchi di scuola (foto pixabay)
Banchi di scuola (foto Pixabay)

"Gentile redazione,

la scuola di via Portogallo a Quartu Sant'Elena versa in condizioni disastrose da mesi.

Sono stati dichiarati inagibili 5 locali per le infiltrazioni di acqua e i conseguenti danni.

I lavori di ripristino non incominciano e i ragazzi sono costretti a frequentare una scuola sulla cui sicurezza non esiste alcuna garanzia. La palestra, l'auditorium, la biblioteca, l'aula di musica e una scala interna sono stati chiusi ma anche nelle aule si vedono segni di infiltrazione.

Cosa aspetta il sindaco Delunas ad avviare i lavori di ristrutturazione?

Da anni l'istituto comprensivo 3 non ha un dirigente scolastico ma solo dei sostituti che devono contemporaneamente fare fronte al proprio istituto (3/4 scuole) e contemporaneamente occuparsi anche di questo istituto (3 scuole).

Il carico di lavoro e di responsabilità è incompatibile con la complessità da gestire e le conseguenze sono uno stato di abbandono organizzativo che ormai è diventato insopportabile.

Una circolare comparsa stamattina testimonia che non ci sono state sinora indicazioni chiare su come gestire il problema e permane uno stato di incertezza anche nel corpo docente che non sa come e quando sarà affrontata l'emergenza. I genitori hanno incontrato i docenti e sono usciti più confusi di prima sulla situazione".

Un gruppo di genitori preoccupati* - Quartu

(*le generalità, a conoscenza della redazione, vengono omesse nel rispetto della privacy e secondo la normativa vigente)

***

Potete inviare le vostre lettere e segnalazioni a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...