#CARAUNIONE

La lettera del giorno: "L'Oristanese che ricordavo, e che non c'è più"

la spiaggia di torregrande
La spiaggia di Torregrande

Pubblichiamo oggi la lettera di un turista innamorato della Sardegna e dell'Oristanese, ma profondamente deluso dopo la recente visita. Una segnalazione fatta nella speranza di poter trovare, in futuro, una situazione migliore.

***

"Gentile redazione,

è con grande rammarico che mi trovo a scrivere questa lettera, dato l'amore che da lunga data provo per la Sardegna e per l'Oristanese in particolare.

Per tanti anni io e la mia famiglia siamo venuti nel Sinis e ad Oristano in vacanza. Prima con mio padre, anche lui innamorato della vostra splendida terra, e poi con i miei figli ai quali ho cercato di trasmettere l'amore per la Sardegna, come mio padre fece con me.

Per una questione di vicissitudini personali, era ormai più di una decina di anni che non tornavamo ad Oristano. Abbiamo deciso di farlo quest'anno, portando con noi un'altra famiglia di amici.

Devo dire che, purtroppo, ho trovato desolazione e regresso un po' dappertutto. Principalmente visibile a Torregrande, ormai l'ombra di quello che ricordavo. Oltre agli esosi prezzi per parcheggiare nel Sinis, aumentati a dismisura senza alcun servizio aggiuntivo (pulizia spiaggia, per dirne uno).

E poi l'invasione di zanzare. È stato letteralmente impossibile per noi godere di un tramonto o una serata (o anche una mattina presto) al mare, prendere un gelato sul lungo mare a Torregrande, godere del tramonto a San Giovanni o Maimoni ma anche in centro ad Oristano. Per non parlare dell'impossibilità di assistere allo spettacolo dei fenicotteri: eravamo costantemente ed in ogni luogo vittime di feroci zanzare. Che hanno lasciato visibili ricordi ancora giorni dopo il rientro.

La cosa mi ha creato anche un certo imbarazzo con gli amici, convinti da me a venire in Sardegna.

Parlando, poi, con i gentilissimi responsabili della struttura ricettiva e con altri ospiti, abbiamo avuto la conferma, ma già mi ricordavo, che un tempo non era così. E ci hanno anche allertato sui rischi della febbre del Nilo(!). Mi chiedo se sia un problema di disinfestazione, e quindi cattiva amministrazione a non so quale livello, o altro ma è stata una questione che ci ha veramente rovinato la vacanza e penso davvero che meriti di essere segnalata.

Non so se a questo punto varrà la pena tornare o conservare i ricordi di anni fa, quando l'Oristanese era effettivamente una gemma nella Sardegna. Se torneremo, spero di trovare una situazione migliore.

Con amicizia".

Roberto

***

Potete inviare le vostre lettere e segnalazioni a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...