Villanuova Monteleone

VILLANUOVA MONTELEONE [Villanova Monteleone], comune della Sardegna, capoluogo di mandamento nella provincia e diocesi di Alghero; va soggetto alla giurisdizione del tribunale di prima cognizione di Sassari; dipende dall’intendenza di Alghero; è compreso nella tappa d’insinuazione, e nel distretto esattoriale di questa stessa città.

Questo villaggio, che sta nel Capo di Sassari, ad ostro di questa città, trovasi nel Nurcara, cantone del Logudoro.

Come capo di mandamento ha soggetti i comuni di Monteleone e Romana. I giusdicenti di Minotadas e di Minerva risiedono in Villanova.

Il territorio di Villanuova è bagnato dal Temo ed anche dal rio di Minerva, per cui le sue campagne sono ricche di bella vegetazione. Parte di questo territorio è montuoso ed imboschito; il perchè vi venne stabilito un guardaboschi.

I prodotti principali di questo comune sono il grano, l’orzo, i legumi, il granone, il lino e fieno in tanta copia, che serve al mantenimento di circa 1000 buoi, 1700 vacche, 4200 capre, 18,250 pecore e 600 cavalli. I terrazzani di Villanuova mantengono pure circa 1200 majali; allevano con gran cura le api, e vi si contano più di 1000 alveari.

Questo comune ha 818 case, 900 famiglie, e novera 3950 abitanti.

Vi s’innalza verso occidente una torre da lunga pezza abbandonata, la quale serviva per ricevere i segnali dal Capo di Marargio e trasmetterli ad altre torri.

Villanuova era compresa nel contado di Monteleone, e facea già parte della diocesi di Bosa.

 
loading
Edicola de L'Unione Sarda