Domus-de-Maria

DOMUS-DE-MARIA [Domus De Maria], villaggio della Sardegna nella provincia e diocesi di Cagliari e nella regione dei Noresi, che fu una parte cospicua dell’antico giudicato. Giace alla latitudine 38°, 58', e longitudine occidentale del meridiano Cagliari 0°, 10', 30' in distanza da Pula di ore 3, da Teulada 2 1/2, da Pedra-Iserida 2.

Questo nome non trovandosi nè nelle note che lasciarono i corografi delle antiche popolazioni del dipartimento, nè in altre carte, può ragionevolmente tenersi siccome nuovo, e nato dal caso, quando vi si stabilì la popolazione, la quale sarà circa un secolo che formavasi dalla riunione di molti fuorusciti e di alcuni avventurieri. Essi andarono prima a stanziarsi presso il seno di Chia; ma sì perchè il cielo ivi fosse troppo grave, e sì perchè fossero frequentemente sorpresi da’ barbareschi; perciò lasciate queste malsicure e insalubri sedi andarono a porsi a tre miglia dentro terra in un alto poggio sul mare. I barbareschi che spesso mal trattenuti da’ torrigiani entravano in terra a rubare armenti ed uomini.

Essi però dopo lo stabilimento del potere degli Scolopii non poterono che rarissime volte danneggiare trovando un forte ostacolo nella gente di servizio, e ben armata che vi si teneva. Accaddero fatti maravigliosi di virtù che meriterebbero fama, e gli abitanti di Domus-de-Maria furono ben protetti.

Nell’altra parte della suddetta collina è la spiaggia di Fogi-Cagòni arenosa e scoperta con uno stagnuolo, dove cristallizza il sale, e i domomariesi si provvedono. Quindi è la spiaggia del Giudeo tutt’arenosa e la foce di un fiumicello, onde per consimile littorale vassi al nobile capo di Spartivento.

 
loading
Edicola de L'Unione Sarda