Calcio

A Bergamo la decide Barella
Cagliari batte Atalanta 1-0

Domenica 02 Settembre alle 20:08 - ultimo aggiornamento alle 22:56


Barella e Castro, festa dopo il gol

Arrivano quando meno te l’aspetti i primi tre punti del Cagliari in campionato. Arrivano all’Atleti Azzurri d’Italia, sul campo di un’Atalanta ferita dalla cocente eliminazione europea e tuttavia non abbastanza forte da portare a casa la vittoria contro un Cagliari ben messo in campo e molto più attento in difesa rispetto alle ultime uscite.

Decide un gol di Barella, il migliore dei suoi insieme a Srna.

PRIMO TEMPO - La Dea parte forte, prima con un tentativo senza troppe pretese di Freuler, poi con una pericolosa conclusione da dentro l’area di De Roon, su cui è provvidenziale la deviazione di Padoin.

Scampato il pericolo, i rossoblù salgono di livello e iniziano a farla loro la partita, di fronte a un'Atalanta che sembra non si sia ancora ripresa dalla batosta di Copenaghen.

Al quarto d’ora ci prova Pavoletti, che aggira molto bene Mancini ma la sua conclusione dal limite è fiacca. Poi è il turno di Castro, un tiraccio da fuori che non crea apprensioni alla retroguardia neroazzurra.

Tutt’altra storia al 28’, quando sui piedi di Sau capita la prima grande occasione da gol dell’intera partita. L’assist, un vero cioccolatino, è di Niccolò Barella, e Pattolino a due metri dalla porta cerca di servire Pavoletti anziché tirare in porta, sprecando così una grande chance.

Poco male, perché al 45’ arriva il gol. Lo firma Barella direttamente su punizione: un destro a giro dal limite dell’area – posizione molto defilata – con leggera deviazione di testa di Pasalic che inganna Berisha.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa Gasperini schiera i suoi a trazione anteriore, facendo entrare Gomez al posto di Djimsiti, ma è subito il Cagliari ad affacciarsi in area avversaria, sprecando una buona azione di contropiede. Poi ci provano i bergamaschi: centrale il tiro del Papu Gomez, buona l’iniziativa di Zapata che va via a Romagna ma conclude malissimo.

In mezzo, ancora un tentativo di contropiede rossoblù con Barella che non riesce a pescare Pavoletti.

I rossoblù sono bravi a non farsi schiacciare, continuano a fare gioco anche nella ripresa. Grazie soprattutto a un Barella da applausi e al croato Srna, ormai una garanzia sulla fascia destra. Inesauribile fonte di discese sull’out e cross, tutti o quasi molto insidiosi.

Al 20’ c’è un po’ di gloria anche per Cragno, che esce molto bene coi pugni su un cross pericolosissimo. A metà ripresa Maran inizia coi cambi: Dessena per Ionita, Faragò per Castro e Farias per Sau. Intanto una gran botta da fuori di Cosenz fa venire i brividi a Cragno, ma la palla termina a lato.

E proprio Farias, appena entrato, si ritrova tra i piedi un’ottima palla in area di rigore: il suo piatto destro è centrale, blocca senza patemi Berisha. All’83’ risponde Gomez direttamente su punizione, centrale per Cragno che blocca in due tempi.

Nel finale qualche patema per i rossoblù, ma neanche più di tanto se si considera che i brividi arrivano solo a causa dei tuffi di un disperato Dusan Zapata in area di rigore. Questa volta non c’è il penalty, non c’è la tremenda beffa finale, e c’è un intervento all’ultimo respiro di Klavan che disinnesca un’azione pericolosissima. E, soprattutto, ci sono i primi tre – meritatissimi – punti.

QUI la cronaca.

(Unioneonline/L)

LE PAGELLE

 
il gol partita di barella
Le pagelle rossoblù: Nicolò su tutti, conferma Srna

IL TERMOMETRO

 
rolando maran
Atalanta-Cagliari, chi è stato il migliore dei rossoblù?

LE ALTRE

 
marco benassi
Le altre: Fiorentina e Lazio ok, Napoli travolto

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

55 commenti

  • margiani3 13/09/2018 00:13:38

    user222836 09/09/2018 17:53:27 Infatti Klavan ha giocato con la sua nazionale. Continua così che porti bene. SCETTI CASTEDDU ARENA
  • ZioFranco 11/09/2018 16:18:43

    user222836 09/09/2018 14:05:49: "Pare che l'avventura di Klavan sia già finita...No comment!." Scusa, non pensi che sarebbe meglio aspettare un attimo prima di chiamare il prete per l'estrema unzione? Mi sbaglio o a luglio eri tu che magnificavi il giocatore Sandro, calciatore super "rotto" andato poi al Genoa, screditando come tuo solito l'operato della società per per il mancato acquisto? Anche allora tu dicesti "No comment!" Ma per noi o per il Genoa....?
  • ZioFranco 11/09/2018 10:38:08

    gennaio partisse. Ma rimarrebbe sempre un buon giocatore e un ottimo professionista al quale attribuirò sicuramente un saluto per le qualità umane e professionali che ha mostrato
  • ZioFranco 11/09/2018 10:36:43

    Concordo con margiani su Pisacane. A me pare limpido il fatto che quando dissi che gioca con tutti gli allenatori volesse dire che quando è chiamato in causa, proprio per il suo impegno e il suo attaccamento alla maglia e alla professione, risponde sempre più che positivamente. E sarà così anche quest'anno. Ed è anche più che lampante che visti i difensori che abbiamo e la sua scadenza contrattuale, quest'anno giocherà meno anzi, aggiungo a scanso di equivoci che non mi stupirei se a
  • user222836 09/09/2018 17:53:27

    In ogni caso la vicenda Klavan va approfondita. Quella frase di Klopp: "È meglio per tutti che vada via..." fa pensare! Se fosse appurato un problema occultato bisognerebbe intervenire e chiederne conto anche perché bisognerebbe cercare un'alternativa in fretta
  • user222836 09/09/2018 14:05:49

    Pare che l'avventura di Klavan sia già finita. La cosa assurda è che il problema al piede è vecchio, pare dai tempi del Liverpool. C'è quindi da chiedersi perché non sia stato valutato attentamente. Il centrale difensivo era una priorità, sfumato Tonelli, serviva un giocatore affidabile, non uno che arriva già rotto come spesso accade al Cagliari. Rischia sei mesi di stop e con Ceppitelli che giù di suo è più in infermeria che in campo ci toccherà di nuovo Andreoli...No comment!
  • margiani3 08/09/2018 16:04:39

    fabry62 08/09/2018 10:50:04 Sono d accordo è un ottimo rincalzo. Comunque è uno che ha sempre dato L anima in campo cosa che non ho visto fare al grande Bruno Alves per cui me lo tengo. Per il resto tranquillo che quest anno lo vedrai poco in campo abbiamo un ottima difesa.
  • fabry62 08/09/2018 10:50:04

    MARGIANI se PISACANE si mettesse a scrivere su questo forum e la smettesse di calpestare l'erba dei campi di calcio, gliene darei 10 pure io di voti, ma mai voterei zio fuffa..... a proposito di pisacane..... ma non era quello che giocava a prescindere con tutti gli allenatori ?????? mi sa che gioca solo con quelli incapaci, o per le disgrazie dei compagni di squadra, non credi ????
  • ZioFranco 07/09/2018 13:16:04

    sangiorgio 06/09/2018 22:50:04, convengo su tutto. L'unico appunto è che per come si è condotta la partita, per il numero di occasioni avute e per il modo e tempo come è avvenuto l'episodio del rigore (con le stesse modalità a noi l'avrebbero dato? Mah!), probabilmente avremmo meritato la vittoria. E oggi due punti in più....
  • sangiorgio 06/09/2018 22:50:04

    ora bisogna capire l'atteggiamento che avremmo con le squadre di fascia alta, diciamo che tra tre giornate si potrà avere un quadro più preciso della compattezza della squadra.