Calcio

Serie C, il campionato di Olbia e Arzachena parte a metà settembre: l'8 i gironi e il calendario

Mercoledì 22 Agosto alle 21:27 - ultimo aggiornamento Giovedì 23 Agosto alle 10:28


Per conoscere il loro destino nel campionato di Serie C 2018/19, Olbia e Arzachena dovranno attendere l'8 settembre.

Il giorno dopo il pronunciamento definitivo del Collegio di garanzia del Coni sul format della B, si procederà alla composizione dei tre gironi e alla presentazione dei calendari. Quanto al campionato, partirà nel weekend del 15 e 16 settembre, con tre settimane di ritardo rispetto alla data originaria del 26 agosto.

La decisione è maturata oggi a Roma in seguito all'incontro tra il Consiglio direttivo di Lega Pro e l'Assemblea delle società di C.

Nel bel mezzo del caos legato al ridimensionamento dell'organico del torneo cadetto da 22 a 19 squadre, avvenuto in corsa in seguito all'esclusione di Bari, Cesena e Avellino con conseguente blocco dei ripescaggi in B e ricorsi dei club interessati, su cui deciderà in ultima istanza il Coni il 7 settembre, la terza serie ha deciso di affrontare di petto la totale incertezza in cui è piombata rinviando il varo del campionato di C, già partita con la Coppa Italia, a cose certe. Una volta stabilito quali e quante società parteciperanno alla competizione si procederà alla formazione dei tre gironi, che rispetteranno la divisione geografica dell'ultima stagione, ovvero Nord-Ovest, Nord-Est e Centro-Sud, e alla cerimonia di compilazione dei calendari.

Arzachena e Olbia, finiranno, così, nel girone A con liguri, piemontesi, toscane, le due piacentine, Piacenza e Pro Piacenza, e parte delle lombarde. Aspettando il campionato, gli smeraldini affronteranno sabato al "Pirina", a partire dalle 17.30, un allenamento congiunto col Budoni, prossimo al torneo di D.

Ancora da definire, invece, avversario e data del prossimo impegno di Coppa Italia, che ha visto la squadra di Mauro Giorico qualificarsi proprio ai danni dell'Olbia di Michele Filippi.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook