Calcio

Cagliari-Atletico Madrid: gli uomini di Simeone vincono 1-0

Mercoledì 08 Agosto alle 19:47 - ultimo aggiornamento Giovedì 09 Agosto alle 10:36


(foto Atletico Madrid Twitter)

Finisce con una sconfitta di misura l'amichevole di lusso alla Sardegna Arena tra il Cagliari e l'Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone.

Per il match mister Maran sceglie come titolari Cragno, Faragò, Romagna, Ceppitelli, Lykogiannis, Castro, Cigarini, Cossu, Ionita, Pavoletti, Farias.

I colchoneros rispondono invece con Oblak, Juanfran, Godín, Giménez, Filipe Luis, Koke, Saúl, Lemar, Correa, Gelson e Borja.

Una sfida che è stata anche l'occasione per dire grazie ad Andrea Cossu: il numero 7 ha disputato infatti la sua ultima partita (oltre 260 le presenze in rossoblù) prima di appendere gli scarpini al chiodo.

Prima del fischio d'inizio, le squadre hanno osservato un minuto di raccoglimento per la morte di Gustavo Giagnoni, storico allenatore del Cagliari, morto ieri all'età di 85 anni; e sugli spalti è comparso uno striscione dei tifosi per ricordare il William Corona, il ragazzo morto ne giorni scorsi nel tragico incidente sulla strada 554.

Al 7', invece, la sostituzione programmata di Cossu: il capitano è uscito dal campo tra abbracci e

Al suo posto, Nicolò Barella, uscito dopo pochi minuti lasciando il posto a Simone Padoin.

Lo striscione per ricordare il giovane William Corona
Lo striscione per ricordare il giovane William Corona

Cossu esce dal campo al 7'
Cossu esce dal campo al 7'

Nel primo tempo il più attivo dei rossoblù è Farias, che semina il panico nella difesa spagnola con un paio di incursioni e poi sfiora il gol di testa, mandando di poco a lato.

Al 24' è ancora il numero 17 a provarci da distanza ravvicinata, ma Oblak gli nega la rete con un gran rifelsso.

Sono invece gli ospiti ad andare a segno, con Borja che raccoglie il suggerimento di Gelson dalla sinistra e insacca da due passi.

Al 40' Pavoletti prova a trovare il pari di testa, ma senza fortuna.

Nella ripresa Maran inserisce, tra gli altri, Han, Sau e Deiola.

Nei primi minuti è proprio quest'ultimo, servito da Sau, a rendersi pericoloso, con un sinistro fermato dalla traversa.

Ma è il numero 25 quello che impensierisce di più la retroguardia ospite.

Come al 33' quando si libera e tira da buona posizione, ma il pallone centrale è facile preda di Oblak.

Nei minuti finali è l'Atletico a sfiorare il raddoppio, per due volte con Mollejo, che prima prova il tiro a giro (alto) e poi spizza di testa centrando il palo alla sinistra di Cragno.

Il risultato non si sblocca fino al 90' + 4 minuti di recupero.

E al triplice fischio la vittoria è dei colchoneros.

(Unioneonline/l.f.)

COSSU SALUTA IL CALCIO:

 
andrea cossu in azione contro l inter nello scorso campionato (foto ansa)
Andrea Cossu saluta il calcio. L'omaggio di Giulini: "Grazie"

L'ARRIVO DELL'ATLETICO:

ADDIO GIAGNONI:

 
gustavo giagnoni
"Ciao, mister!", addio all'ex allenatore del Cagliari Gustavo Giagnoni

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

41 commenti

  • margiani3 13/08/2018 09:01:50

    Io credo che la squadra sia buona. Molto più forte dello scorso campionato. A me la difesa lascia qualche dubbio visto che Ceppitelli è un pò discontinuo. Per il resto manca un terzino e un centrale da alternare ai 2 titolari. Con Maran faremo un bel campionato ma occhio perchè nel secondo anno inizia a zoppicar. SCETTI CASTEDDU ARENA
  • fabry62 12/08/2018 14:24:48

    mi son scordato di CIGARINI, che credo non sia niente male.....
  • fabry62 12/08/2018 11:02:06

    e considerando che abbiamo alternative come HAN JONITA DEIOLA PADOIN COLOMBATTO, da far crecere escluso padoin che è cresciuto abbastanza, ma da il suo buon contributo forse più di molti altri, e anche dessena se recupera in pieno da il suo, io credo che si possa fare un buon campionato con questi giocatori, tutto dipende dalle capacità di MARAN, con GUIDOLIN sono sicuro che ci saremmo divertiti, ma spero che lo facciamo anche con MARAN,
  • fabry62 12/08/2018 10:49:31

    se posso intervenire.... direi che la difesa è buona, sempre che anche maran non stravolga la logica, portieri CRAGNO O RAFAEL entrambi buoni, centrali ROMAGNA CEPPI, terz dx SRNA sx LIKO, ma spero si prenda KALLEMANN, riserve faragò andreolli pajac o capuano, scarterei definitivamente pisacane per evitare danni enormi, poi centrocampo ( 4-3-2-1) BARELLA-CASTRO-BRADARIC, due ali FARIAS dx (faragò) JOAO sx (sau) punta PAVOLETTI (cerri) e arriviamo ottavi, se stravolge i ruoli,sarà un disastro
  • user223863 12/08/2018 10:06:12

    Per la difesa? Direi il tradizionale schema a 4 con centrali Romagna titolarissimo e spero Kannemann, Tonelli è troppo caro, Ceppitelli in alternativa. Andreolli da dare via in questa sessione di mercato (pare abbia addirittura ingaggio 700 mila euro/anno). Pisacane in panchina, laterali Faragò e Lyko (se proprio non si trova di meglio). Come portiere a me sinceramente piacerebbe di più Rafael. Quindi 4-3-1-2, o anche 4-4-2.
  • margiani3 11/08/2018 14:57:07

    user223863 11/08/2018 08:10:35 Guarda, se lo siamo stati nello scorso campionato figurati in questo. T ricordo che Pavoletti da solo ha fatto 11 reti e joao siano alla squalifica aveva già messo a segno 4 goal. Credo che con il rientro di joao in attacco siamo apposto e se rimane Sau ancora meglio. Io sono preoccupato più della difesa. Invece te della difesa che ne pensi? Aspettiamo risposta sopratutto dagli amici @user qualsiasi SCETTI CASTEDDU ARENA
  • piriccu 11/08/2018 14:56:56

    L'attaccante più completo è il 'non attaccante' puro Joao. Basta chi tòrrisi a sa lesta. Certo è che Joao e Farias si trovano. Viene individuato come attaccante leader Pavoletti ma, di nuovo, spero che Maran, anche lui, non imposti tutto su Pavoletti. Piuttosto vedrei, con Pavoletti al centro, Sau e Farias laterali con dietro Joao.
  • piriccu 11/08/2018 14:56:14

    In attacco, Pavoletti monotematico: solo palle alte e senza piedi. Sau e Farias meglio gioco a terra. Farias attacca soprattutto di lato e va fino in fondo (spesso roppo), Sau ha sempre bisogno di accentrarsi. Cerri, se è quello di prima, può stare nche in panchina 'a maturare'. Deiola non è un attaccante ma, se si fa caso, appena può lui tira da tutte le posizioni e non ha paura di tentare le acrobazie. Mi piacerebbe vederlo giocare più spesso e più a lungo.
  • ZioFranco 11/08/2018 13:28:58

    via è il coreano, presunto campione che tale non sarà mai (come Colombatto). Ricordiamoci tutti che Giulini, da voi accusato di tirchieria e incompetenza (poi a fine mercato apriremo le danze su chi ha venduto, finora NESSUNO, e su quanto ha speso), sbagliando, rifiutò 18 milioni per lui da parte della Juve: sarebbe stata l'unica volta in cui l'avremmo fregata rifilandole un pacchetto infiocchettato ma, ahimè abbiamo tergiversato troppo e se ne sono accorti....
  • ZioFranco 11/08/2018 13:22:53

    user223863 11/08/2018 08:10:35, ti rispondo subito. A scanso di equivoci probabilmente manca qualcosa. Io una seconda punta l'avrei presa al posto di uno tra Farias e Sau ma non sicuramente al posto di Cerri, che tu non sopporti a prescindere e già bocciato, senza averlo ancora visto ora perchè nulla conta quello che aveva dato 3 anni fa. D'altra parte bisogna però dire che probabilmente con Maran, Sau e Farias faranno sicuramente più di un gol a testa. Quello bocciato e da dare