Spettacoli » USA

"Mi metto in ginocchio per l'America": anche Stevie Wonder contro Trump

Domenica 24 Settembre alle 12:09 - ultimo aggiornamento alle 13:27


Stevie Wonder

Anche Stevie Wonder entra nella polemica contro Donald Trump.

Il cantante americano ha interrotto, ieri sera, il concerto a Central Park, New York, e si è messo in ginocchio al centro del palco: "Non su un ginocchio - ha detto mentre si accasciava con l'aiuto del figlio Kwame - ma su due per l'America: una preghiera per il nostro pianeta, il nostro futuro, i nostri leader del mondo e del nostro globo. Amen".

LA POLEMICA - Il gesto di protesta si unisce a quelli delle star americane dello sport. Tutto è nato da una dichiarazione del presidente, che ha definito "figli di buona donna" i giocatori dell'Nba "ribelli", che non si alzano in piedi durante l'inno nazionale - a volte si inginocchiano - per manifestare contro le politiche governative.

(Redazione Online/D)

 
donald trump
Trump contro gli atleti che non cantano l'inno: "Vanno licenziati"

IL VIDEO:

Video: Stevie Wonder protesta contro Trump: "In ginocchio per l'America"

Guarda questa gallery nel canale Multimedia


Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • Tessitore 24/09/2017 14:56:50

    Tutto fa brodo, baste l'audience aumenti, e così anche il conto in banca, ipocrita.