Spettacoli » Provincia di Roma

Sessismo in tv, chiusa la trasmissione di Paola Perego dopo l'ondata di proteste

Lunedì 20 Marzo alle 09:17 - ultimo aggiornamento Martedì 21 Marzo alle 16:32


La lista andata in onda durante la trasmissione di Rai Uno "Parliamone Sabato"

Sarà chiusa "Parliamone sabato", la rubrica del programma "La vita in diretta" condotto da Paola Perego, e finita nella bufera per una puntata in cui si elencavano "i motivi per scegliere una donna dell'Est".

"Ora accanitevi su altro", ha scritto Lucio Presta, agente televisivo e marito della Perego.

Il tweet di Lucio Presta

Durante il contenitore pomeridiano di Raiuno, era stato intavolato un dibattito con gli ospiti in studio - tra cui l'ex miss Italia Manila Nazzaro, Marta Flavi e Fabio Testi - sugli italiani che preferiscono avere relazioni con le donne straniere.

L'ESPERTA: "NON E' UN CASO ISOLATO" - VIDEO:

 
ascas
Scrittrice Obber: sessismo non riguarda solo programma Perego

Per animare la discussione, la conduttrice romana aveva mostrato una grafica "presa da Internet" che dovrebbe riassumere le virtù che le renderebbero preferibili alle italiane. Tra queste anche quella di "far comandare il loro uomo", perdonare il compagno in caso di tradimento e non mettere il broncio.

La lista aveva fatto il giro del web, scatenando l'indignazione di moltissimi utenti, che l'hanno giudicata "razzista e sessista".

"Ma è uno scherzo?", hanno scritto alcuni su Twitter. "Dove si ordinano le donne dell'est menzionate da Parliamone sabato? E se non sono conformi, quanto vale la garanzia?", cinguetta un altro.

Il tweet di Non Leggerlo

L'indignazione della scrittrice Silvia Ballestra

Il post di un altro utente su Twitter

LE SCUSE DEI VERTICI RAI - "Gli errori si fanno, e le scuse sono doverose, ma non bastano", scrive in una nota il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall'Orto. "Quei contenuti contraddicono in maniera indiscutibile sia la mission del servizio pubblico che la nostra linea editoriale", ha aggiunto.

Anche il presidente Monica Maggioni ha criticato la trasmissione: "Personalmente mi sento coinvolta in quanto donna, mi scuso".

Mea culpa a cui si è unito il direttore di Rai Uno Andrea Fabiano, che su Twitter ha affermato: "Gli errori vanno riconosciuti sempre, senza se e senza ma".

Il tweet del direttore di Rai Uno

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

4 commenti

  • inmyopinion 21/03/2017 22:06:51

    Quanta ipocrisia. Ed ora che tutti si sentono con la coscienza a posto, di corsa a vedere le veline di Striscia, le repliche di Colpo Grosso e tutto il resto. E' proprio vero che l'Italia è una Provincia del Vaticano.
  • Sardofelix 21/03/2017 10:02:36

    E' la RAI andrebbe chiusa, a prescindere
  • rosalux 21/03/2017 09:43:14

    Caro lappista, ho inviato un commento (non pubblicato) su questo fatto vergognoso, e prima del tuo. Mi dispiace, ma non è solo razzismo. E' uno schifoso affronto verso tutte le donne in generale, trattate come merce o animali. P.S. Non ha certo bisogno di essere difesa da me, ma se avessi letto i vari quotidiani sapresti che la Presidente Boldrini, così come tante altre donne e uomini, si è fortemente indignata. Bello mio, informati!
  • LAPUA338 21/03/2017 08:15:35

    E questo non e' razzismo verso gli Italiani ? dove sono le varie Boldrini, Rasalux... ?