Agenda » Bortigali

A Bortigali la prima tappa di Primavera nel Cuore della Sardegna

Mercoledì 02 Maggio alle 11:15 - ultimo aggiornamento alle 12:04


La presentazione della manifestazione

Parte sabato e domenica da Bortigali, la prima delle cinque tappe nel Marghine della manifestazione Primavera nel Cuore della Sardegna 2018.

Si tratta di una vetrina di cultura, di musica, gastronomia con i prodotti locali, tradizioni e tesori, con escursioni, manifestazioni sportive e canore e quanto altro, per dare lustro alle manifestazioni promosse dall'Aspen Camera di Commercio di Nuoro in collaborazione con i Comuni e le varie associazioni. Le Cortes di primavera di Bortigali saranno caratterizzate in particolare da un tema di attualità, quale lo spopolamento, con una tavola rotonda, ("Lo spopolamento, parla la radio"), con i sindaci della Sardegna a confronto e con "Freemmos", il progetto creato dalla Fondazione Maria Carta, che ha l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sullo spopolamento dei piccoli Comuni.

Il tema è "Parla la Radio", per ricordare che a Bortigali nel 1943 nacque Radio Sardegna, la prima radio libera ad annunciare, il 7 maggio 1945, la fine della seconda guerra mondiale. La manifestazione è stata presentata dal sindaco Francesco Caggiari, dal presidente della Fondazione Maria Carta, Leonardo Marras e dal segretario della stessa fondazione Antonio Carta, oltre all'esperta di marketing e comunicazione Michela Zaccheddu.

Uno dei fili conduttori del richiamo turistico sarà l'archeologia, ma sopratutto la produzione del formaggio. Per la circostanza il caseificio Lacesa, la prima cooperativa di pastori in Italia, fondata nel 1907, sabato e domenica apre le porte ai visitatori, che propone un laboratorio del latte vaccino. Non mancheranno altri laboratori. il 12 e il 13 maggio le Cortes di Primavera apriranno a Birori, il 2 e il 3 giugno A Sindia, il 16 e 17 giugno a Silanus e il 23 e 24 giugno a Dualchi

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook