Agenda » Sedilo

A Sedilo la prima edizione di "Zenias de Atonzu - Sedilo in autunno"

Giovedì 19 Ottobre alle 17:22 - ultimo aggiornamento alle 18:36


Il municipio di Sedilo

Si terrà nel fine settimana a Sedilo la prima edizione di "Zenias de Atonzu - Sedilo in autunno". Un evento che vede in prima linea nell'organizzazione il Comune in collaborazione con l'Unione dei comuni del Guilcier, il Centro commerciale naturale, la Pro loco, l'associazione ippica sedilese e il patrocinio della Regione.

L'iniziativa è diretta a promuovere il patrimonio enogastronomico e culturale del territorio e a far conoscere le tradizioni legate al cavallo della regione storica del Guilcier.

Sabato la manifestazione si aprirà alle 9 con l'inaugurazione della kermesse al Museo archeologico, del territorio e dell'Ardia. La mattinata sarà quindi impegnata con i laboratori del pane e del formaggio con gli alunni di Sedilo e Santu Lussurgiu.

Collaborano per la riuscita l'associazione Tyrusu, la Pro loco e il consulente tecnico caseario Bastianino Piredda. Dalle 16 alle 20 serata folk e giochi gonfiabili per bambini. Alle 19,30 si potrà cenare nelle attività di ristorazione sedilesi con le pietanze tipiche locali.

Di notte Pino Piu in concerto, karaoke e balli in piazza. Domenica 22 è invece in programma la prima edizione del Palio del Guilcier con cavalli anglo-arabi e fantini non professionisti appartenenti ai Comuni del Guilcier e ai Comuni di Santu Lussurgiu, Borore, Dualchi, Noragugume, Ottana, Samugheo e Nughedu Santa Vittoria.

L'ingresso alla manifestazione è gratuito. Seguiranno le premiuazini. Quindi il pranzo a base di pietanze sedilesi e nel pomeriggio musica in piazza e giochi gonfiabili.

Si esibiranno "The wookies rock n'roll" , iniziativa curata da Motorsport Sedilo, Consulta giovanile ed Associazione Suq. Nella due giorni, dalle 14 alle 19, esposizione e degustazione dei prodotti del territorio, laboratori vari, dimostrazioni e poi visite guidate.Sarà possibile visitare il complesso nuragico di Iloi e il santuario di San Costantino grazie alla collaborazione dell'associazione archeologica Iloi.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook