Politica » Sardegna

Pd, Emanuele Cani eletto segretario: "Adesso ritroviamo la vera unità"

Sabato 28 Luglio alle 13:00 - ultimo aggiornamento alle 15:32


Emanuele Cani è il nuovo segretario del Partito democratico sardo, ma con la clessidra già in azione perché "il mio compito terminerà con le elezioni regionali".

L'assemblea del Pd, riunita a Su Baione (Abbasanta), ha scelto l'ex deputato del Sulcis, eletto con 90 voti alla guida del Pd dopo l'addio di Giuseppe Luigi Cucca oltre un mese e mezzo fa.

Durante l'assemblea è stato fatto un tentativo per cercare un altra figura, in grado di unire maggiormente il partito, diviso sulla scelta del neo segretario.

Infatti, Cani è il frutto di un accordo tra i Popolari-riformisti e i renziani, in contrasto con i soriani che puntavano ad avviare subito il congresso.

Rispetto al 9 luglio, l'assemblea degli spintoni, il clima è decisamente più sereno, grazie anche alla presenza di Donato Riserbato, inviato dalla commissione di garanzia nazionale per vegliare sull'assemblea.

Inizia dunque l'era Cani che avrà il difficile compito di avviare la campagna elettorale dei dem e portare avanti le trattative per cercare di costruire il centrosinistra. Cani propone subito due parole d'ordine: "Coinvolgimento e collegialità.

Una comunità cresce se crescono i personalismi". Alla fine dell'assmblea, la presidente, Lalla Pulga, ha rassegnato le dimissioni che lo stesso Cani, però, ha respinto.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • sadam 29/07/2018 10:21:45

    Dovete rassegnarvi, ormai siete un partito che non conta nulla, ormai siete alla frutta. ringraziate Renzi il rottamatore che in un sol colpo ha rottamato partito e se stesso
  • palolo 28/07/2018 20:21:56

    Povero PD LE CORRENTI HANNO VINTO. IL PARTITO DI TIZIO, DI CAIO, E SEMPRONIO. I SARDI ADESSO HANNO TUTTO QUELLO DI CUI AVEVANO BISOGNO. CONSERVATORI...RIFORMISTI..., BESTO IL GIORNO CHE OPERAI, PASTORI,E CONTADINI, GOVERNERANO QUESTA ISOLA: IS CONTUSU ANTA TORRAI.