Politica » Provincia di Roma

Lavoro domenicale, Di Maio: "Pronti a rivedere il decreto Monti"

Mercoledì 20 Giugno alle 17:40


Di Maio a colloquio con i lavoratori

Mentre Salvini dalle celebrazioni del 224esimo "compleanno" della Guardia di Finanza rilancia il condono (lo chiamano pace fiscale, ma sempre di condono si tratta), Luigi Di Maio lancia un'altra proposta forte e destinata a far discutere.

Si tratta di un vecchio cavallo di battaglia del vicepremier, di cui già ha parlato in campagna elettorale guadagnandosi anche gli applausi del Vaticano: l'abolizione del lavoro domenicale.

Rispondendo ad alcuni lavoratori che, radunati di fronte al ministero in via Veneto, gli chiedono se sia pronto ad aprire un tavolo per rivedere il decreto Monti che ha liberalizzato il lavoro domenicale, risponde serafico: "Certo".

Poi aggiunge: "Ho preso il treno in corsa, ci sono tanti problemi, per chi lavora ma anche per i fatori di lavoro. Dobbiamo combattere la precarietà ed eliminare lo sfruttamento".

Secondo la Costituzione italiana il riposo settimanale per i lavoratori è obbligatorio, ma non è detto che debba avvenire di domenica. Il decreto Monti del 2012, liberalizzando il settore del commercio, ha abolito le restrizioni sulle aperture domenicali e festive dei negozi.

Così per commessi, cassiere dei supermercati, e più in generale dipendenti di negozi e centri commerciali, il lavoro di domenica si è fatto sempre più frequente.

I dipendenti, qualora il contratto preveda il lavoro nei festivi, non possono rifiutarsi. Il datore di lavoro è invece obbligato a pagare una maggiorazione per ogni festivo lavorato e a comunicare con anticipo al dipendente il festivo in cui dovrà lavorare.

(Unioneonline/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

3 commenti

  • user215780 21/06/2018 10:19:02

    il decreto Monti aveva come scopo quello di incrementare le assunzioni e dare una spinta ai consumi. Nessuno di questi è stato raggiunto, i festivi e le domeniche vengono lavorati dagli stessi dipendenti presenti in azienda, quindi nessuna assunzione, non vengono retribuiti adeguatamente perchè la domenica o il festivo viene equiparato a un giorno lavorativo feriale , i consumi non sono aumentati semplicemente perchè se i soldi non li ho il martedì non li ho neanche la Domenica...
  • BOB66 21/06/2018 07:08:28

    Il lavoro domenicale sarebbe anche buono per dare un servizio anche ai turisti !!! Perö dovrebbe essere retribuito separatamente dalla busta paga ,è dovrebbe essere il doppio di una giornata normale. Ma come oggi di normale non c è piu niente , speriamo che di Maio dia di nuovo dignitä ai lavoratori.
  • user238504 21/06/2018 07:05:55

    Il lavoro domenicale e in giorni festivi non riguarda solo i dipendenti dei supermercati ma anche chi lavora nel servizio sanitario, telecomunicazioni, servizio elettrico.Aboliamo anche questi?