Politica » Italia

Giovanni Tria, all'Economia il ministro che è d'accordo con Savona

Venerdì 01 Giugno alle 15:07 - ultimo aggiornamento alle 15:51


Giovanni Tria

È quello di Giovanni Tria il nome scelto per sostituire all'Economia Paolo Savona, l'economista cagliaritano fortememente voluto da Matteo Salvini a cui il presidente Sergio Mattarella ha detto no.

Romano, 70 anni, Tria non è propriamente sulle stesse posizioni di Savona, ma lo definisce un "eminente economista con il quale concordo in pieno". Non ha mai parlato di uscire dall'euro ma è considerato comunque critico sul ruolo della Germania nell'Unione europea. Il surplus commerciale tedesco, ha sostenuto Tria in alcuni suoi articoli, porta a pensare che sarebbe meglio che la Germania non fosse nell'Unione.

È stato consigliere di Renato Brunetta quando questi era ministro, co-direttore del Master in Economia dello Sviluppo e Cooperazione Internazionale e Direttore del Ceis (Center for Economics and International Studies di Tor Vergata) .

Fa parte, tra le altre cose, del Consiglio di Amministrazione dell'Oil, Organizzazione internazionale del Lavoro, e presidente della Scuola nazionale dell'amministrazione, l'ex scuola superiore della Pubblica amministrazione.

In passato ha sostenuto il reddito di cittadinanza, in termini, però, di rinforzo dei sussidi di disoccupazione. Sulla Flat Tax ha detto che si può fare ma che, per finanziarla, bisognerebbe, forse, ritoccare l'Iva.

(Unioneonline/D)

 
Il governo Conte ha giurato. Inizia l'era 5 Stelle-Lega

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • semur 02/06/2018 22:27:06

    in un modo o nell altro, si sta cercando di dividere o sciogliere l UE. DIVIDE ET IMPERA! così ci possono mangiare più facilmente. i grandi professori o sono ignoranti o complici di chi vuole la distruzione dell UE.