Politica

Governo, ipotesi donna premier.
Il Colle pensa a Elisabetta Belloni

Mercoledì 09 Maggio alle 07:05 - ultimo aggiornamento alle 08:03


Elisabetta Belloni

È Elisabetta Belloni la candidata data per tutti favorita per guidare un governo "neutrale" in grado di mettere fine allo stallo politico e di traghettare l'Italia fino a quando i diversi schieramenti non riescano a trovare la quadra per un accordo prettamente politico oppure fino a nuove elezioni.

Segretario generale del ministero degli Esteri, Belloni - 60 anni - potrebbe dunque diventare la prima donna premier della storia italiana.

Ma quello dell'alta funzionaria della Farnesina non è l'unico nome gradito al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

In caso di esecutivo "terzo", infatti, il dicastero chiave dell'Economia potrebbe andare a Salvatore Rossi, direttore generale della Banca d'Italia. E rispunta l'ipotesi di Carlo Cottarelli - già commissario per la spending review - per qualche altro ministero di peso.

Così come quella dell'ex ministro Paola Severino e dell'ex direttore Rai Anna Tarantola.

Il Capo dello Stato potrebbe giocare la carta dell'incarico tra oggi e domani.

Quindi il nuovo esecutivo dovrebbe giurare e presentarsi in Parlamento.

Ma il rischio che Camera e Senato non concedano la fiducia è alto, altissimo.

Il Movimento 5 Stelle e la Lega, infatti, hanno più volte ribadito la propria contrarietà a qualsiasi ipotesi di governo "tecnico", rilanciando - con forza - l'idea del voto anticipato, addirittura a luglio.

(Unioneonline/l.f.)

 
luigi di maio e matteo renzi la guerra continua
Di Maio: "Un decreto per votare a giugno". Renzi: "Gentiloni il nostro candidato premier"

"BERLUSCONI FACCIA UN PASSO DI LATO" - VIDEO:

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

7 commenti

  • Lando65 09/05/2018 12:58:58

    Certo che il nostro paese è proprio messo bene..politici sempre più inaffidabili per governare.
  • stefanop 09/05/2018 12:30:18

    E chi li ha votati questi nomi?? Intanto la gente paga...
  • livoletta 09/05/2018 11:01:42

    ah, ho capito..l'incarico ad una donna per potere poi accusare di maschilismo tutti quelli che , giustamente, non appoggeranno l'ennesimo governo manovrato da Bruxelles con il fantoccio del presidente della repubblica
  • tamburello 09/05/2018 10:31:42

    Ancora banchieri?? Basta...stavolta la gente scenderà in piazza
  • nico42 09/05/2018 10:30:38

    Di Maio, ma non dovevi tagliare e ridurre i costi della politica? In campagna elettorale l'avevi promesso, e adesso invece cosa fai oltre a spartirti le poltrone insieme a Salvini fai spendere circa 500 milioni di euro per ritornare a votare? Forse intendevi aumentiamo le spese della politica, in questo caso ti chiedo scusa, però a pensarci bene con quei soldi si poteva aiutare i giovani volenterosi ad aprirsi qualche attività
  • numeronove 09/05/2018 09:46:53

    Sembrano ad una sfilata di moda, nessuna persona di spessore politico e cultura, intanto se è vero che devono lavorare per il bene del Paese perché litigano??poi siamo uno dei Paesi più corrotti,con la peggiore e strapagata classe politica, con tutte le Mafie,dobbiamo far fronte a terremoti, incendi siccità alluvioni invece di favorire il turismo hanno riempito il Paese di immigrati da sfamare; ma dove vogliamo andare? Saludos
  • adelasio 09/05/2018 09:17:14

    Il Colle può proporre chi vuole, anche il mahatma Gandhi, tanto non avrà in ogni caso la fiducia. Giustamente direi. Ogni volta si va a votare per poi avere queste soluzioni pilotate dal presidente della Repubblica di turno.