Politica » Provincia di Roma

Telefonata Di Maio-Salvini: "Governo con M5S? Nulla è impossibile"

Domenica 18 Marzo alle 18:00 - ultimo aggiornamento alle 21:02


Luigi Di Maio e Matteo Salvini

"Ho parlato oggi pomeriggio, per pochi minuti, con Luigi di Maio. Con lui ci siamo confrontati sulla questione delle presidenze delle Camere in vista del voto di venerdì prossimo. Non abbiamo parlato di nomi né di ruoli. Per quanto mi riguarda sarò contento, come centrodestra, di sentire lui e gli altri esponenti politici nei prossimi giorni con l'unico obiettivo di giungere quanto prima a rendere operativo il Parlamento con la designazione delle rispettive presidenze", questo il resoconto del leader leghista Matteo Salvini sulla telefonata intercorsa nel pomeriggio tra lui e Luigi Di Maio. "Non abbiamo parlato di governo", ha specificato poi, intervistato da Barbara D'Urso.

Il capo politico pentastellato ha sentito anche gli altri leader: "Come vi avevo anticipato ieri, ho sentito i principali esponenti di tutti i futuri gruppi parlamentari per un confronto utile all'individuazione dei presidenti delle Camere, è il primo passo necessario per far partire la legislatura e voglio che tutto avvenga nella massima trasparenza".

"Ho sentito - ha scritto sul bòlog delle Stelle - prima Martina, poi Brunetta, Meloni, Grasso, e ho riscontrato una disponibilità a proseguire il confronto: con Salvini abbiamo convenuto sulla necessità di far partire il Parlamento quanto prima".

Se LeU e Pd non hanno pretese, Forza Italia - che teme l'accordo Di Maio Salvini - insiste su Romani. Ancora una volta Renato Brunetta ha ribadito che sarebbe l'uomo giusto per la presidenza di Palazzo Madama, ma è inviso ai pentastellati.

Giorgia Meloni ha invece fatto capire a Di Maio che Montecitorio non spetta di diritto ai pentastellati.

Ormai mancano cinque giorni all'inizio della partita delle presidenze, ed è allora che potremmo vedere se realmente si cerca un accordo ampio. O se Di Maio e Salvini si divideranno le Camere.

MARONI-SALVINI - Intanto nella Lega si apre la partita tra Matteo Salvini e il decisamente più moderato Maroni. L'ex governatore lombardo ha definito oggi "impossibile" un accordo tra Lega e 5 Stelle. E il leader leghista si è affrettato a smentirlo, dichiarando che "non c'è niente di irrealizzabile".

(Unioneonline/L)

 
luigi di maio e paolo romani
Presidenza delle Camere, è scontro tra 5S e centrodestra su Romani

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • user234185 19/03/2018 10:32:06

    Visto e considerato che la lega di Salvini e 5stelle di Di Maio , visto che entrambi convergono in una impostazione politica favorevole per gli italiani ,non rimane nient 'altro che governare entrambi. Con gli occhi aperti rivolti verso L' UE in quanto i francesi e tedeschi se possono L' ITALIA l' affondano .
  • Vic80 18/03/2018 19:53:09

    Ancora un'altro tiranno da buttare in mare come il pesce marcio!!! Personaggio troppo velenoso!!!Blaaaaaa