Economia » Italia

Chiusure domenicali, la Lega: "Non deve riguardare le zone turistiche"

Lunedì 10 Settembre alle 10:22 - ultimo aggiornamento alle 19:40


Sta facendo discutere la proposta di legge della maggioranza, ora alla Commissione Attività produttive della Camera, che intende abolire le aperture domenicali e nei giorni festivi di negozi e centri commerciali, cancellando le liberalizzazioni sugli orari introdotta dal decreto "Salva Italia" del governo Monti.

Oggi il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, ha puntualizzato alcuni aspetti della nuova regolamentazione.

"Ci sarà sempre un posto dove andare a fare la spesa. Ci sarà un meccanismo di turnazione per cui resterà aperto il 25% dei negozi, gli altri a turno chiudono", ha detto il vicepremier, ospite al programma tv "L'aria che tira".

"La turnazione", ha spiegato ancora l'esponente del Movimento 5 Stelle, "la deciderà la legge e il sindaco con i commercianti".

Il ministro ha poi spiegato che il provvedimento proposto dalla maggioranza di governo "è una proposta anche del Pd, anche se Renzi dice che è una proposta illiberale".

LA LEGA: "NO PER LE ZONE TURISTICHE" - "La proposta che abbiamo - ha però sottolineato sul fronte Lega il ministro delle politiche agricole e forestali con delega al Turismo, Gian Marco Centinaio - è di non bloccare le aperture domenicali nelle città turistiche".

"Non posso pensare che in una realtà turistica - ha spiegato - si blocchi tutto la domenica: allora facciamo un ragionamento per cui c'è un giorno a settimana di chiusura, che non sia necessariamente la domenica, perché altrimenti blocchiamo il turismo nel nostro Paese".

LE REAZIONI DEGLI IMPRENDITORI - Sul disegno di legge si sono divise le reazioni del mondo imprenditoriale.

"Ridiscutere con atteggiamento non ideologico il ruolo della distribuzione è un primo passo importante e condivisibile", ha dichiarato Enrico Postacchini, delegato per le Politiche commerciali di Confcommercio che sottolinea: "L'obiettivo deve essere quello di evitare gli errori del passato e di valorizzare il nostro modello plurale fatto di piccole, medie e grandi imprese per assicurare il massimo del servizio e della qualità alle famiglie e ai consumatori".

Decisamente più negative le parole di Claudio Gradara, presidente di Federdistribuzione, intervistato dal "Corriere della Sera", secondo cui le chiusure domenicali potrebbero deprimere ulteriormente "consumi, già fermi".

"I posti di lavoro a rischio, per l'intero settore, sarebbero tra i 30 e i 40 mila", ha aggiunto il presidente dell'associazione di categoria che raggruppa centri commerciali e grande distribuzione.

"Sugli investimenti abbiamo già i primi segnali di grandi gruppi che, prima di andare avanti, vogliono capire come finirà questa storia. Avevamo già chiesto un incontro al ministro Luigi Di Maio ma finora non siamo riusciti a parlare con lui", ha poi aggiunto Gradara.

(Unioneonline/F)

 
Negozi, stop alle aperture domenicali: la proposta di legge della Lega

 
luigi di maio alla fiera del levante a bari (foto ansa)
Di Maio promette: "Entro l'anno stop alle aperture domenicali dei negozi"

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

32 commenti

  • OCCHIDIGATTA 12/09/2018 12:15:20

    Non dite cavolate, le persone che si riposano durante la settimana lo faranno di domenica no? Non si assumono persone solo per i festivi , è un modo per vivere la vita con la famiglia e ci vuole. Oppure si allunga l'orario settimanale di un ora .
  • Peppa_Piga 12/09/2018 09:23:05

    Io proporrei aperture in settimana fino al sabato fino alle 23, così anche chi lavora fino a tardi può fare la spesa, poi domenica chiusi tutti, soprattutto i cinesi e gli stranieri con i negozi etnici di copertura che restano aperti 25 h su 24, e non è un errore!!!
  • user221499 11/09/2018 11:28:31

    Perché sto caldara nn la smette di dire fesserie...io lavoro in un supermercato in zona turistica lago di garda e vi assicuro che la domenica nn c'è vendita, così nei centri commerciali..che passeggiano e nn comprano.!!! CHIUDERE LA DOMENICA. È un giorno festivo x tutti. Tante famiglie sono andate a scemare x colpa del lavoro domenicale.ormai nn abbiamo diritto di avere una vita privata ,FATEVI LA SPESA IL SABATO,come si faceva prima e nn è mai morto nessuno!
  • user239237 11/09/2018 09:24:38

    A leggere certi minestroni che mettono sullo stesso piano i centri commerciali con servizi indispensabili quali ospedali, trasporti, pubblica sicurezza, ecc. dimostra che molte persone dovrebbero informarsi prima di parlare. Provate a cercare con Google "lavoratori grande distribuzione"...
  • Vanila 11/09/2018 08:54:44

    Anche i giornalai devono chiudere l'edicola, i fiorai, e persino le parrocchie, o almeno mettere un distributore automatico di ostie e acqua santa, festivo anche per i lavoratori delle televisioni, radio, ospedali, pompieri, i cacciatori, pescatori, tutta gente che la domenica devono starsene a letto a riposare, così per pari condizioni con i market, così vogliono i 5 stelle, costringere al riposo chi vorrebbe lavorare, compresi chi il lavoro lo svolge solo di domenica in mancanza d'altro reddi
  • user215780 11/09/2018 07:25:13

    Per Merfurio nessuno chiede di bloccare l’Italia, si chiede solo di garantire una turistica decente a chi lavora nel commercio, le sembra normale lavorare tutte le domeniche e i festivi senza alcuna remunerazione aggiuntiva e agli orari più disparati avendo i turni al massimo tre giorni prima ? Lei pensa che i pompieri i medici etc etc lavorino tutti i festivi e senza una remunerazione aggiuntiva ? Si chiede solo di regolarizzare una situazione al limite dello sfruttamento....
  • tamburello 10/09/2018 20:31:37

    user239056 pensa che potrebbe licenziarsi e lasciare lo stipendio ad un altra famiglia che magari vive alla giornata, non pensi? tanto col tuo stipendio campate lo stesso...ma è vero che chi più ha più vuole...
  • user239056 10/09/2018 19:58:48

    Adesso come al solito si inizia a scrivere fesserie......cosa c'entrano le forze dell'ordine,gli infermieri o i vigili urbani......io lavoro in aeroporto,lavoro tre domeniche su quattro....quelle che lavoro faccio o la mattina o il pomeriggio,e non ho nulla da lamentarmi. Perché non è possibile per le commesse?
  • bluconnecto 10/09/2018 18:54:19

    Ma che imbecille questo ministro, ma non si rende conto che a parte la perdita dei posti di lavoro, internet non chiude mai? se io domenica voglio comprarmi un paio di scarpe ed il negozio e' chiuso, le compro su internet e il giorno dopo arrivano a casa, idem per le altre cose, telefonini, abbigliamento etc... gia' la maggior parte compra normalmente su internet adesso, figuriamoci se chiudono la domenica. Ma i lavoratori che prima si lamentano ed ora vogliono lavorare dove li mettiamo?
  • Ostinato 10/09/2018 17:55:48

    Quando vado nei centri commerciali nei giorni festivi vedo tante persone con il carrello della spesa pieno, evidentemente molti di loro hanno avuto difficoltà a farla durante la settimana. E chi lavora anche il sabato sera quando dovrebbe andarci? La colpa, se di colpa si tratta, non è dell'utenza ma semmai del sistema consumistico sempre più invadente; che dire poi dei sindacati che hanno firmato accordi del genere.?