Economia » Belvì

Zone interne e spopolamento, 7,5 milioni per Gennargentu-Madrolisai

Giovedì 19 Luglio alle 12:15 - ultimo aggiornamento alle 14:11


L'assessore Raffaele Paci

La strategia antispopolamento a doppia guida regionale e nazionale passa anche dal Gennargentu-Mandrolisai.

Con una Snai (Strategia nazionale per le aree interne) che, dopo quella dell'Alta Marmilla già chiusa, è la seconda per la Sardegna.

Entro la fine dell'anno il progetto dev'essere chiuso per poter agganciare i sette milioni e mezzo di finanziamento a carico metà ciascuno delle casse dello Stato e della Regione.

A Belvì, alla presenza della coordinatrice nazionale della Snai Sabrina Lucatelli, del sindaco Salvatore Casula, del referente territoriale e sindaco di Tonara Flavia Loche, del presidente della Comunità Montana e primo cittadino di Atzara Alessandro Corona, del direttore del Crp Gianluca Cadeddu e di tutti i sindaci del territorio, è stato presentato il progetto preliminare all'assessore della Programmazione Raffaele Paci.

Un progetto che punta a promuovere lo sviluppo locale per garantire ai 14.382 cittadini dell'area (in discesa del 14% tra il 2002 e il 2016) l'accesso ai servizi essenziali: istruzione, salute, mobilità.

"L'unico modo per contrastare lo spopolamento è creare opportunità di lavoro e sviluppo, e questo è possibile solo nel momento in cui si fanno scelte strategiche e condivise, partendo dalle vocazioni locali, per favorire l'aggregazione di servizi tra i comuni, mettendo insieme i produttori per puntare sui mercati esterni, valorizzando fortemente l'identità e le competenze locali", ha detto Paci.

"Per favorire con la vostra strategia lo sviluppo del territorio penso sia importante creare un Club di prodotto che nasca dai privati e lavori in stretta sinergia con la Dmo regionale (Destination Management Organization). Un Club di prodotto che deve includere grandi specializzazioni in una visione globale, con operatori privati che diversificano la produzione avendo il medesimo obiettivo di crescita. Facciamo scelte strategiche, acceleriamo al massimo i tempi e sono sicuro che riusciremo a chiudere anche questa seconda Snai", ha esortato il vicepresidente della Regione.

(Unioneonline/F)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook