Economia

Boeri-Salvini, è scontro. Il ministro: "Se non è d'accordo col governo si dimetta"

Domenica 15 Luglio alle 17:51 - ultimo aggiornamento alle 19:18


Tito Boeri e Matteo Salvini

È scontro sempre più aperto tra Tito Boeri e Matteo Salvini.

Il presidente dell'Inps ha risposto per le rime alla nota congiunta dei ministri Tria e Di Maio, che hanno attaccato la stessa Inps e la Ragioneria Generale dello Stato per la relazione tecnica che accompagna il decreto dignità, che prevede la perdita di 80mila posti di lavoro nei prossimi 10 anni.

"Le dichiarazioni dei ministri rivolgono un attacco senza precedenti alla credibilità di due istituzioni nevralgiche per la tenuta dei conti pubblici nel nostro Paese, e in grado di fornire supporto informativo alle scelte del Parlamento e all'opinione pubblica", ha scritto in una nota Boeri.

Per poi entrare nel merito e rincarare la dose: "Siamo ai limiti del negazionismo economico. Il provvedimento comporta un innalzamento del costo del lavoro per i contratti a tempo determinato e un aumento dei costi in caso di interruzione del rapporto di lavoro per contratti a tempo indeterminato: in presenza di un inasprimento del costo del lavoro complessivo, l'evidenza empirica e la teoria economica prevedono unanimemente un impatto negativo sulla domanda di lavoro. E in un'economia con disoccupazione elevata, questo significa riduzione dell'occupazione".

"L'impatto negativo - continua Boeri - è fuori discussione: la stima dell'Inps è relativamente ottimistica e prevede che il 10% dei contratti a tempo determinato che arrivano a 24 mesi di durata non vengano trasformati in altri contratti. Se l'obiettivo del provvedimento è quello di garantire un lavoro più stabile e produttività più alta in futuro al prezzo di un effetto iniziale di riduzione dell'occupazione, queste stime non devono spaventare".

"Quel che spaventa - è la chiosa del presidente dell'Inps - è questa campagna contro chi cerca di porre su basi oggettive il confronto pubblico".

Il primo a replicare è stato Matteo Salvini, già protagonista di un duro scontro con Boeri sul tema dei migranti: "Il presidente dell'Inps continua a dire che la Fornero non si tocca, che gli immigrati ci salvano perché ci pagano le pensioni, che questo decreto crea disoccupazione. In un mondo normale se non sei d'accordo con niente delle linee politiche, economiche e culturali di un governo e rappresenti un altro modo di vedere il futuro, ti dimetti".

Il presidente dell'Inps tuttavia tira dritto. Conferma le stime e aggiunge: "I dati non si fanno intimidire".

(Unioneonline/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

16 commenti

  • Utente_US 16/07/2018 14:48:14

    Io desidero che si dimetta.
  • franknews 16/07/2018 12:11:13

    Se la stima di Boeri, che prevede la perdita di 80mila posti di lavoro nei prossimi 10 anni, è come quella che ha fatto sui migranti che ci pagano le pensioni, possiamo stare tranquilli che è completamente sballata!
  • mistik 16/07/2018 11:45:05

    Dirigente stimato ? Dalla parte politica che l'ha messo in quella poltrona
  • be 16/07/2018 11:30:06

    Boeri quando dichiara che gli immigrati pagano la pensione agli Italiani può darsi che prenda i dati delle Partite Iva degli stranieri però dovrebbe andare a vede quante di queste pagano le tasse e scoprirebbe che molti non pagano NULLA tanto non hanno niente da pignorare faccia questa indagine e ne vedrà delle belle sugli stranieri che pagano la pensione agli Italiani
  • Peppa_Piga 16/07/2018 10:57:01

    Il vero problema di questi ragionieri è che hanno fondato il loro potere sui loro calcoli e adesso che qualcuno vuole verificare il loro operato vanno nel panico e creano allarmismo per sopravvivere! Il Governo vi toglie la terra da sotto i piedi e state annaspando!
  • Peppa_Piga 16/07/2018 10:54:45

    Io ai vari presidenti Inps chiederei molte spiegazioni....
  • stefanop 16/07/2018 09:53:41

    ... al governo non c'è Boeri, non ci gli ipocriti vip, non c'è l'ipocrita doc Saviano etc etc ci sono questi che hanno preso voti e consensi, perciò, per quanto per alcune cose non sia per niente d'accordo, hanno loro il compito di governare e possibilmente rispettare i loro programmi. Questa gente che durante Letta, Monti, Renzi etc ha taciuto o peggio adesso si deve tappare. Il popolo non è solo una massa di schiavi da tenere ignorante e spremere.
  • stefanop 16/07/2018 09:50:16

    Boeri avrà anche i titoli di studio etc ma usa il tutto in modo errato, a partire dalla sparata che i migranti ci pagano le pensioni nonostante sia stato ormai confermato in ogni salsa che siano solo un costo. Non è per pagarci le pensioni che son qui, e se fosse sarebbe sbagliato comunque, schiavismo palese. Il lavoro va detassato e vanno incentivate le assunzioni a t.ind. allo stesso tempo vanno risollevate le piccole-medie inprese che erano la spina dorsale dell'economia. In ogni caso...
  • sadam 16/07/2018 09:42:49

    Guarda il caso, adesso che sono fuori dall'associazione a delinquere, parlano che le modifiche rubano soldi ai cittadini, ma dove eravate quando governavano i vostri complici!
  • moreover 16/07/2018 09:26:16

    user238504 15/07/2018 20:56:55 Trovo il post nei confronti di giggino di mail piuttosto perfido oltrechè incompleto, in quanto non tiene conto del suo eccezionale cursus honorum svolto in qualità di aspirante steward presso lo stadio San Paolo di Napoli.