Economia » Italia

Con la crisi aumentano le diseguaglianze: al 10% più povero solo l'1,8% dei redditi

Lunedì 23 Aprile alle 09:34


La crisi economica allarga la forbice sociale, e cresce in Italia il divario tra la popolazione con i redditi più elevati e coloro che per far quadrare i conti e arrivare a fine mese devono fare i salti mortali.

È quanto rilevato dagli ultimi dati Eurostat, secondo cui nel 2016 il segmento più povero poteva contare su appena l'1,8% dei redditi. A fronte di un 10% più ricco della popolazione che guadagnava quasi un quarto della ricchezza totale del Paese, il 24,4%.

Confrontando i dati con quelli del 2008, anno in cui la crisi economica ha mosso i suoi primi passi, il 10% più benestante ha accresciuto la propria quota di reddito (che dieci anni fa era del 23,8%), mentre il segmento meno abbiente ha visto diminuire i propri introiti (nel 2008 poteva contare sul 2,6% dei redditi).

L'Eurostat ha inoltre calcolato che in sei anni, dal 2010 al 2016, si è allargata la forbice ed è aumentata la disuguaglianza nella distribuzione del reddito, dal 31,7% al 33,1%. La nazione con il divario più alto in Europa (38,3%) è la Bulgaria.

(Unioneonline/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

3 commenti

  • Giano 24/04/2018 10:47:39

    Strano, pensavo che con la crisi i poveri si arricchissero. Invece no, sbagliavo; succede. Poco male, adesso arriva il "Reddito di cittadinanza" (se arriva), la Flat tax, lo ius soli, i figli di due mamme, e risolviamo tutto. Coraggio, un po' di pazienza e con il nuovo governo (qualunque sia) l'Italia diventerà un paese in cui scorrono fiumi di latte e miele. Non ci credete? Ma allora siete proprio sfiduciati. Intanto, godetevi la nuova serie del Grande fratello. Auguri.
  • user235835 23/04/2018 23:29:43

    Li avete votati...... Teneteveli!
  • rosalux 23/04/2018 20:11:48

    Questo è il vero e drammatico problema del paese, ma sembra che i politici non se ne rendano conto e proseguono imperterriti nei loro litigi.