Economia

Disoccupati e povertà, allarme Sardegna
Medio Campidano maglia nera d'Italia

Martedì 10 Febbraio 2015 alle 12:32


La sede della provincia del Medio Campidano a Sanluri

La classifica delle regioni italiane, dalla più ricca alla più povera in termini di Pil pro capite, si basa sul Prodotto interno lordo fatturato nel 2013.

Si va così dalla provincia autonoma di Bolzano (con 39.800 euro), la più ricca, alla Calabria (con 16.200 euro), la più povera. La Sardegna fa segnare un pil pro capite di 18.800 euro contro una media nazionale di 26.700.

Nella graduatoria delle province, maglia nera per il Medio Campidano con poco più di 12mila euro. Nella parte bassa della lista c’è spazio anche per l’Ogliastra e Carbonia-Iglesias. Non fanno festa neanche le province di Oristano e Nuoro.

Brutte notizie sul fronte dell’occupazione. Il calo registrato a livello nazionale tra e il 2011 e il 2013 (-2,2%) ha interessato quasi tutte le regioni, con le eccezioni di Bolzano (+2,2%), Trento (+1,3%) e Lombardia (+0,4%). Le regioni che nel biennio fanno registrare un crollo sono Calabria (-8,1%), Molise (-8,0%), Sardegna (-7,5%) e Sicilia (-7,4%).

SEL - "La Sardegna è la terza regione in classifica tra quelle ad alta emorragia di posti di lavoro, qui la crisi, si avverte in tutti i settori produttivi, ma in modo molto più significativo nel settore dei servizi. Se non si provvede subito a ridurre la forbice tra le regioni più ricche e quelle più povere resterà un miraggio l'aggancio alla possibile ripresa e la crisi attuale si trasformerà in un sottosviluppo permanente, in Italia come in Europa". Lo dice il senatore di Luciano Uras, capogruppo di Sel in commissione Bilancio.

CISL - "L'Istat conferma la crisi del sistema Sardegna e le ricadute negative sulla vita dei singoli cittadini sardi". Così il segretario generale della Cisl, Oriana Putzolu, commenta i dati resi noti oggi dall'Istituto di statistica.

"Le ultime due Giunte succedutesi al governo della Regione si sono dimostrate incapaci di coniugare una politica di emergenza per tamponare la crisi con una politica di investimenti per eliminare le diseconomie strutturali - dice Putzolu ricordando che il sindacato ha ripetutamente chiesto l'avvio di un piano speciale per il lavoro".

© Riproduzione riservata

Loading...
Caricamento in corso...