Cultura » Provincia di La Spezia

La Lega: "Il Festival della Mente troppo di sinistra. O cambia o chiude"

Giovedì 06 Settembre alle 11:00


Il Festival della Mente di Sarzana

Si è chiuso lo scorso 2 settembre con un boom di presenze il consueto Festival della Mente di Sarzana, in provincia di La Spezia, dedicato alla creatività e alla cultura. Ma, nonostante il successo della tre giorni di incontri, letture e spettacoli con protagonisti della cultura italiana e internazionale, la rassegna ha avuto una coda polemica scatenata dai commenti di alcuni esponenti leghisti.

"Omelia radical chic", "politicizzazione estrema", "house organ del Pd", sono alcune delle dichiarazioni sprezzanti del deputato Lorenzo Viviani, della senatrice Stefania Pucciarelli e del segretario provinciale Fabrizio Zanicotti, a margine della kermesse di Sarzana.

"Dall'anno prossimo o cambia la musica o saremo propensi a chiuderlo - dichiarano i tre politici - il Comune non può investire 150mila euro per fare di Sarzana l'house organ del Pd, peraltro completamente ignorato fuori provincia, è più utile spenderli in altre attività produttive".

Replica pacatamente alle accuse l'ideatore della rassegna e presidente di Fondazione Carispezia Matteo Melley: "Chi è stato a Sarzana in questi quindici anni sa cos'è il Festival e lo scorso week-end ha assistito a un raro approfondimento a 360 gradi sul tema della comunità che ne è stato il filo conduttore. La Lega può prendere tutte le iniziative che crede e pensarla in ogni modo. Il Festival è nato anche per questo: stimolare il dibattito in tutte le direzioni, e io rispetto il parere di tutti".

(Unioneonline/b.m.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

4 commenti

  • Ribelle64 07/09/2018 12:52:20

    La cultura, la mente, la scienza, non sonno affari pertinenti per la Lega ed i suoi accoliti di ogni latitudine...anzi soprattutto di quelli più lontani.. A tutti loro non può che interessare cibo,felpe e tatuaggi..quindi..dibattito stucchevole!..
  • user216525 07/09/2018 09:50:00

    Ma non è che siano di sinistra perchè solo alla sinistra interessa la cultura?
  • brunobruno 06/09/2018 16:05:39

    La Lega non potrebbe mai organizzare un festival della mente perché mente non ne ha. Ve lo immaginate Bossi a fare un ragionamento, oppure il figlio, il dottor "trotta" a discutere e a fare un ragionamento?
  • Giano 06/09/2018 14:27:32

    Se ne sono accorti, finalmente. Era evidente fin dalla sua prima edizione. I partecipanti sembravano scelti proprio in base alla tessera che doveva essere quella giusta (stessa compagnia di giro delle feste dell’Unità). Mi ricorda tutte le iniziative culturali che si organizzano da noi, sempre finanziati con denaro pubblico, ovvio. Provate a tenere il conto delle rassegne, convegni, seminari, dibattiti su Gramsci. Poi scoprite una iniziativa che non sia di sinistra. Fate pure con calma.