Cultura » Mogoro

Mogoro, al nuraghe Cuccurada uno spettacolo dedicato a De Andrè

Mercoledì 29 Agosto alle 18:28


Il nuraghe Cuccurada

Un nuraghe, il teatro e la musica di Fabrizio de Andrè. Sono gli ingredienti dello spettacolo che verrà messo in scena venerdì alle 22 nel sito archeologico di Cuccurada, a Mogoro.

Si intitola il "Testamento" l'opera teatrale ideata nella cittadina della Marmilla. Nicola Melis, che ha pensato il progetto e ha scritto il testo con Mariana Millapan, ha detto: "Il nostro lavoro teatrale si è ispirato a una delle più importanti canzoni di De Andrè, il Testamento di Tito.

Nel brano il cantautore contrappone ai dieci comandamenti altrettanti controcomandamenti. Il suo intento era mettere in luce le leggi spesso promulgate da chi detiene il potere solo per amministrare con abusi e soprusi".

Melis, che sarà anche in scena con Millapan, ha aggiunto: "A ognuno di questi controcomandamenti abbiamo dedicato una scena teatrale con alcune frasi celebri e musiche di De Andrè".

Nello spettacolo anche gli attori Giovanni Melis di appena dieci anni, Michele Muru, Francesco Serrenti e Michela Perinelli. Ancora le ballerine Laura Masones, Natalia Pintus e Sophie Sprio con le coreografie di Davide Cauli e le musiche originali del mogorese Mebitek.

Antonio Pintori

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • user248002 31/08/2018 01:11:57

    Cuando soñamos pasamos a otra dimensión y en función de nuestros deseos respiramos, vivimos y despertamos unidos a lo que amamos. Mí querida hija, tienes la vocación innata del Teatro y te posesionas en cuerpo y alma en el escenario... Avanti, sempre Avanti!! Éxitos...