Cultura » Cagliari

Contamination Lab, sei start up in gara nella finale del 25 marzo

Giovedì 08 Marzo alle 15:42


La presentazione dell'appuntamento del 25 marzo

Sei start up in gara e 24 partecipanti a contendersi la vittoria nella finale regionale del Contamination Lab, iniziativa dell'Università di Cagliari al quinto anno d'età.

Il percorso, lanciato e curato dall'ateneo del capoluogo, è teso a costruire e indirizzare alla cultura d'impresa, ed è stato premiato dal ministero per lo Sviluppo economico quale format ideale nell'ambito della formazione avanzata.

Anche quest'anno sono stati selezionati i migliori 120 ragazzi tra studenti, dottorandi e neolaureati provenienti da diverse aree disciplinari che, da novembre 2017 ad oggi, hanno potuto formarsi e costruire, con il supporto dell'ateneo, la propria idea imprenditoriale.

La finale si terrà domenica 25 marzo al teatro dell'Ente lirico di Cagliari, co-organizzatore della finale. Per i vincitori un premio di 50mila euro in palio.

"Un percorso etico, culturale e scientifico d’eccellenza – ha spiegato il rettore Maria Del Zompo -. La Sardegna è terra di gioventù che si mette in gioco per vincere e costruire percorsi importanti. Siamo orgogliosi di essere senza confini di razza, censo, religione, scienza e cultura".

Per Maria Chiara Di Guardo, pro rettore Innovazione e responsabile CLab, "una conferma della stretta collaborazione tra ateneo e imprese. Interagire è il segreto per esser competitivi in un mercato sempre più innovativo".

L'iniziativa - sostenuta anche da Millesport Special Olympics e dall'Ente Lirico di Cagliari – è stata promossa con parole di elogio anche da Marco Deiosso (Nausdream), Sarah Pinna (Little Alienz), Alessandar Farris (Intendime) e Nicola Usala (Babaiola), rappresentanti delle quattro start up maturate nelle precedenti edizioni del CLab, e che hanno raggiunto un ruolo di pregio nei mercati internazionali: "Grazie all’Università di Cagliari - dicono i giovani - siamo riusciti a sfidare tutti i confini".

In passato, fra gli altri, hanno aderito a CLab anche il campione di ciclismo Fabio Aru, il writer Manu Invisibile, il musicista Moses Concas.

La partecipazione all'evento del 25 marzo è gratuita previa registrazione sul sito web dedicato.

(Unioneonline/v.l.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook