Cronache dalla Sardegna

Cagliari, il suicidio di un'adolescente
Gli amici: "E' stata vittima dei bulli"

Giovedì 13 Febbraio 2014 alle 07:18


un immagine che rappresenta le insidie che si nascondono nella rete

Un'immagine che rappresenta le insidie che si nascondono nella rete

Si sono fronteggiati all'interno del cimitero di San Michele, a Cagliari, subito dopo i funerali dell'amica che si è suicidata lanciandosi dal bastione di Saint Remy una settimana fa. Prima le minacce. Poi schiaffoni e spintoni. Circa cento ragazzi e ragazze divisi in due gruppi opposti. Da una parte quelli convinti che il gesto dell'amica sia stato provocato dal bullismo: la giovane sarebbe stata insultata e offesa pesantemente, anche sul web. Dall'altra, quelli individuati come i presunti responsabili della tragedia. Sospetti e ipotesi frutto di voci e chiacchiere tra ragazzi. Su quanto accaduto non è stata avviata alcuna inchiesta o indagine.

I dettagli nell'articolo di Matteo Vercelli sull'Unione Sarda in edicola. Sulla pagina anche due interventi sui rischi in cui gli adolescenti possono incorrere navigando sulla rete.

Nessun commento presente per questo articolo